Il saggio è una lettura ampia e approfondita della canzone spirituale "Alma inferma e dolente", composta da Tasso nell'aprile del 1590. Si pongono in rilievo aspetti come la retorica sublime tendenzialmente asindetica, il metro di canzone-ode, l'intertestualità petrarchesca e i legami intratestuali con la "Gerusalemme liberata". Ampio spazio è dedicato allo scioglimento delle oscurità semantiche che caratterizzano la canzone, caratterizzata dall'espressione del sacro per mezzo di quelle che Tasso definisce "dissimili similitudini".

Fuggendo Saturno. Note sulla canzone "Alma inferma e dolente" di Torquato Tasso

FERRETTI, FRANCESCO
2005

Abstract

Il saggio è una lettura ampia e approfondita della canzone spirituale "Alma inferma e dolente", composta da Tasso nell'aprile del 1590. Si pongono in rilievo aspetti come la retorica sublime tendenzialmente asindetica, il metro di canzone-ode, l'intertestualità petrarchesca e i legami intratestuali con la "Gerusalemme liberata". Ampio spazio è dedicato allo scioglimento delle oscurità semantiche che caratterizzano la canzone, caratterizzata dall'espressione del sacro per mezzo di quelle che Tasso definisce "dissimili similitudini".
Rime sacre dal Petrarca al Tasso
157
204
F. Ferretti
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/105633
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact