La «Commedia» è un’opera letteraria che si prefigge uno scopo pratico, extraletterario. edificante, quello di salvare l’umanità emancipandola dalla condizione di miseria dovuta al peccato e di condurla alla redenzione. Contrariamente alla prima impressione, il poema appartiene, dal punto di vista retorico, al genere deliberativo, al quale sono subordinati gli altri due generi, il giudiziario e l’epidittico. In questo senso l’opera persegue una retorica della salvezza, che è ciò che il saggio intende mostrare, ossia che non ha soltanto un valore letterario, perché decide anche dei destini ultimi degli uomini. Dalla sua lettura si deve ricavare un modello attivo di comportamento, la decisione di una condotta futura che “rimuova” gli uomini dalla condizione di miseria morale e li “conduca” a uno stato di grazia. Neppure il lettore moderno dovrebbe quindi dimenticare che la rappresentazione dei tre regni ultraterreni non è soltanto descrittiva, e che attraverso di essa si mira a fare cambiare vita. La «Commedia» pretende una partecipazione non distaccata, un coinvolgimento che prevede la possibilità di una svolta nella conduzione della propria vita.

La retorica della salvezza

BATTISTINI, ANDREA
2011

Abstract

La «Commedia» è un’opera letteraria che si prefigge uno scopo pratico, extraletterario. edificante, quello di salvare l’umanità emancipandola dalla condizione di miseria dovuta al peccato e di condurla alla redenzione. Contrariamente alla prima impressione, il poema appartiene, dal punto di vista retorico, al genere deliberativo, al quale sono subordinati gli altri due generi, il giudiziario e l’epidittico. In questo senso l’opera persegue una retorica della salvezza, che è ciò che il saggio intende mostrare, ossia che non ha soltanto un valore letterario, perché decide anche dei destini ultimi degli uomini. Dalla sua lettura si deve ricavare un modello attivo di comportamento, la decisione di una condotta futura che “rimuova” gli uomini dalla condizione di miseria morale e li “conduca” a uno stato di grazia. Neppure il lettore moderno dovrebbe quindi dimenticare che la rappresentazione dei tre regni ultraterreni non è soltanto descrittiva, e che attraverso di essa si mira a fare cambiare vita. La «Commedia» pretende una partecipazione non distaccata, un coinvolgimento che prevede la possibilità di una svolta nella conduzione della propria vita.
Battistini A.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/105192
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact