Al fine di valutare la produzione potenziale di biogas da colture dedicate annuali e poliennali, nell’autunno 2010 a Cadriano (BO)si è proceduto alla raccolta di quattro ibridi di sorgo a diversa tipologia (B 133, BMR 333, Sucros 506, Trudan Headless) e di sei colture poliennali (Arundo donax, Miscanthus x giganteus, Switchgrass, Panicum maximum, Sorghum almum e Sorghum Silk). Sui campioni raccolti sono state effettuate le seguenti determinazioni: produzione quantitativa di solidi totali (TS, Mg ha-1); analisi qualitative (fibre Van Soest, solidi volatili, C e N totali); parametri respirometrici (domanda biologica di ossigeno a 20 h (OD20, mg O2 g-1 TS) e biodegradabilità (BOD/ThOD, % TS)); potenziale anaerobico di biogas (ABP, Nm3 Mg-1 TS) con tre modelli che tengono conto di diversi parametri; produzione potenziale di energia (GJ ha-1) in base alla produzione di biomassa e all’ABP, considerando un contenuto di CH4 nel biogas pari al 55% (v:v) con un potere calorifico di 31,65 MJ Nm-3. La produzione e l’attività respirometrica sono risultate nettamente differenziate fra le diverse colture. La produzione potenziale di energia per unità di biomassa e di superficie è apparsa fortemente differenziata fra i tre metodi di stima e, al loro interno, fra le diverse colture. In entrambi i casi, il metodo lineare multiplo indica produzioni molto più elevate degli altri due. I quattro sorghi annuali presentano una potenzialità per unità di biomassa analoga, nonostante le diverse tipologie (rispettivamente fibra, fibra BMR, zuccherino e foraggero). Le sei poliennali mostrano un quadro più diversificato. La produzione di energia per unità di superficie dipende dalle produzioni di biomassa oltre che dal potenziale unitario. Miscanto e Switchgrass appaiono produrre relativamente meno energia con il secondo e il terzo modello di calcolo che con il primo, mentre le altre colture hanno mantenuto un rating più o meno omogeneo fra i tre metodi. Dai dati mostrati, si evince che la biodegradabiltà è un utile parametro per la determinazione dell’ABP. In conclusione, emerge la necessità di approfondire la ricerca per un possibile inserimento di queste colture nel settore del biogas.

Produzione Potenziale di Biogas da Colture Erbacee Annuali e Poliennali

BARBANTI, LORENZO;GRIGATTI, MARCO;DI GIROLAMO, GIUSEPPE;VECCHI, ANGELA;CIAVATTA, CLAUDIO
2011

Abstract

Al fine di valutare la produzione potenziale di biogas da colture dedicate annuali e poliennali, nell’autunno 2010 a Cadriano (BO)si è proceduto alla raccolta di quattro ibridi di sorgo a diversa tipologia (B 133, BMR 333, Sucros 506, Trudan Headless) e di sei colture poliennali (Arundo donax, Miscanthus x giganteus, Switchgrass, Panicum maximum, Sorghum almum e Sorghum Silk). Sui campioni raccolti sono state effettuate le seguenti determinazioni: produzione quantitativa di solidi totali (TS, Mg ha-1); analisi qualitative (fibre Van Soest, solidi volatili, C e N totali); parametri respirometrici (domanda biologica di ossigeno a 20 h (OD20, mg O2 g-1 TS) e biodegradabilità (BOD/ThOD, % TS)); potenziale anaerobico di biogas (ABP, Nm3 Mg-1 TS) con tre modelli che tengono conto di diversi parametri; produzione potenziale di energia (GJ ha-1) in base alla produzione di biomassa e all’ABP, considerando un contenuto di CH4 nel biogas pari al 55% (v:v) con un potere calorifico di 31,65 MJ Nm-3. La produzione e l’attività respirometrica sono risultate nettamente differenziate fra le diverse colture. La produzione potenziale di energia per unità di biomassa e di superficie è apparsa fortemente differenziata fra i tre metodi di stima e, al loro interno, fra le diverse colture. In entrambi i casi, il metodo lineare multiplo indica produzioni molto più elevate degli altri due. I quattro sorghi annuali presentano una potenzialità per unità di biomassa analoga, nonostante le diverse tipologie (rispettivamente fibra, fibra BMR, zuccherino e foraggero). Le sei poliennali mostrano un quadro più diversificato. La produzione di energia per unità di superficie dipende dalle produzioni di biomassa oltre che dal potenziale unitario. Miscanto e Switchgrass appaiono produrre relativamente meno energia con il secondo e il terzo modello di calcolo che con il primo, mentre le altre colture hanno mantenuto un rating più o meno omogeneo fra i tre metodi. Dai dati mostrati, si evince che la biodegradabiltà è un utile parametro per la determinazione dell’ABP. In conclusione, emerge la necessità di approfondire la ricerca per un possibile inserimento di queste colture nel settore del biogas.
ATTI - XL Convegno della Società Italiana di Agronomia
146
147
Barbanti L.; Grigatti M.; Di Girolamo G.; Bettinelli C.; Vecchi A.; Ciavatta C.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/104962
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact