I fatti di Reggio Emilia furono rivelatori del tenace conformismo e della mancanza di un vero costume democratico che caratterizzavano la vita repubblicana in quegli anni, con particolare riferimento agli apparati dello Stato e al loro atteggiamento verso i problemi dell’ordine pubblico e del dissenso. La Biblioteca e l’Archivio di Lelio Basso costituiscono, in questo senso, un osservatorio di sicura importanza, sia per lo spiccato interesse dell’intellettuale socialista verso il tema dei diritti civili, sia per i solidi legami che egli intrattenne, in nome della tradizione socialista, con alcuni ambienti politici e culturali reggiani.

Lelio Basso e i fatti del luglio 1960

DE MARIA, CARLO
2010

Abstract

I fatti di Reggio Emilia furono rivelatori del tenace conformismo e della mancanza di un vero costume democratico che caratterizzavano la vita repubblicana in quegli anni, con particolare riferimento agli apparati dello Stato e al loro atteggiamento verso i problemi dell’ordine pubblico e del dissenso. La Biblioteca e l’Archivio di Lelio Basso costituiscono, in questo senso, un osservatorio di sicura importanza, sia per lo spiccato interesse dell’intellettuale socialista verso il tema dei diritti civili, sia per i solidi legami che egli intrattenne, in nome della tradizione socialista, con alcuni ambienti politici e culturali reggiani.
De Maria C.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/104028
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact