Recensione a partire dal testo a cura di Costantino Cipolla e Paolo Vanni, edizione italiana con testo originale a fronte Un Souvenir de Solférino di J. Henry Dunant