Le posizioni assunte dalla dottrina in tema di potestà normativa degli enti locali, dopo la legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3, si distinguono per due generali ed opposte tendenze. Da un lato, si è letto negli artt. 114, comma 2, 117, comma 6 Cost. – e più in generale, nel mutato assetto derivante dall’abrogazione dell’art. 128 Cost. – una rivalutazione del ruolo degli enti locali e, di conseguenza, del peso della rispettiva normativa nel sistema delle fonti. Dall’altro, al contrario, tenendo presente l’esigenza di rispettare il principio di legalità nonché la necessità di tutelare gli interessi unitari, si è ritenuto che la riforma costituzionale del 2001 non abbia stravolto il sistema delle autonomie e delle fonti, sicché la normazione locale sarebbe rimasta soggetta primariamente ai precetti dettati dalla legge dello Stato (e delle regioni). Il presente contributo tenta di sostenere la tesi che il tradizionale sistema gerarchico delle fonti non risulterebbe stravolto dal riformato dettato costituzionale.

Problemi in tema di potestà normativa degli enti locali

RAFFIOTTA, EDOARDO CARLO
2007

Abstract

Le posizioni assunte dalla dottrina in tema di potestà normativa degli enti locali, dopo la legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3, si distinguono per due generali ed opposte tendenze. Da un lato, si è letto negli artt. 114, comma 2, 117, comma 6 Cost. – e più in generale, nel mutato assetto derivante dall’abrogazione dell’art. 128 Cost. – una rivalutazione del ruolo degli enti locali e, di conseguenza, del peso della rispettiva normativa nel sistema delle fonti. Dall’altro, al contrario, tenendo presente l’esigenza di rispettare il principio di legalità nonché la necessità di tutelare gli interessi unitari, si è ritenuto che la riforma costituzionale del 2001 non abbia stravolto il sistema delle autonomie e delle fonti, sicché la normazione locale sarebbe rimasta soggetta primariamente ai precetti dettati dalla legge dello Stato (e delle regioni). Il presente contributo tenta di sostenere la tesi che il tradizionale sistema gerarchico delle fonti non risulterebbe stravolto dal riformato dettato costituzionale.
2007
E.C. Raffiotta
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/103085
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact