Si discutono criticamente gli influssi esercitati dal darwinismo sugli autori italiani di fine Ottocento e primo Novecento, da Pascoli a Fogazzaro, da d'Annunzio a Svevo, tenendo soprattutto conto degli studi di Vittorio Roda, al quale l'intero fascicolo della rivista è dedicato. Si mostra anche come la fortuna dell' "Origine delle specie" sia dovuta non solo alle sue tesi rivoluzionarie ma anche al suo stile, simile a un' "actio" drammatica, e all'efficacia letteraria del suo "'modus tractandi".

Minime escursioni darwiniane

BATTISTINI, ANDREA
2011

Abstract

Si discutono criticamente gli influssi esercitati dal darwinismo sugli autori italiani di fine Ottocento e primo Novecento, da Pascoli a Fogazzaro, da d'Annunzio a Svevo, tenendo soprattutto conto degli studi di Vittorio Roda, al quale l'intero fascicolo della rivista è dedicato. Si mostra anche come la fortuna dell' "Origine delle specie" sia dovuta non solo alle sue tesi rivoluzionarie ma anche al suo stile, simile a un' "actio" drammatica, e all'efficacia letteraria del suo "'modus tractandi".
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/102942
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus 0
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? 0
social impact