L'opera è una coraggiosa tappa di sintesi nel percorso, invero ancora bisognoso di studi di dettaglio, che conduce alla riscoperta delle democrazie ellenistiche. Volker Grieb presenta, collocandoli nell'alveo della improsciugabile storia degli studi sulla democrazia greca, quattro corposi capitoli dedicati ad altrettanti esempi di democrazie ellensitiche (Atene, Cos, Mileto, Rodi), scelti fra le poleis dotate dello status di città libere e indipendenti più ricche di fonti. Si tratta di democrazie che conservano, per ragioni diverse e nonostante il ruolo imposto loro dalla formazione dei regni ellenistici, un certo impatto nell'ambito degli eventi storici coevi, nonché tratti di reciproca somiglianza istituzionale. Lo studioso parla di Hellenistische Demokratie al singolare, rischiando, tuttavia, di trasformare gli esempi in un compatto quadro esemplare e di ignorare le sfumature che distinguono i sistemi democratici ellenistici. Benché nessuno possa contestare la definizione di 'città libere e indipendenti' attribuita genericamente da V.G. ad Atene, Cos, Mileto e Rodi, occorre, tuttavia, sottolineare che sulla determinazione degli status delle città ellenistiche non può essere ancora detta l'ultima parola. In questa prospettiva, non solo pare azzardata la sottintesa petizione di principio di V.G. (pp. 20, 368-371) per cui solo nelle città libere e autonome si danno vere democrazie, ma emerge anche la necessità di ripensare, soprattutto per le città d'Asia Minore, la relazione tra la città e il sovrano così come si attua nella prassi politica, non tanto per ciò che concerne la forma e la sostanza dello scambio o del rapporto di potere, quanto piuttosto per ciò che ne deriva sul piano costituzionale da un punto di vista strettamente civico.

rec. a V. Grieb, Hellenistische Demokratie. Politische Organisation und Struktur in freien griechischen Poleis nach Alexander dem Großen, Stuttgart 2008 (Historia Einzelschriften 199)

BENCIVENNI, ALICE
2011

Abstract

L'opera è una coraggiosa tappa di sintesi nel percorso, invero ancora bisognoso di studi di dettaglio, che conduce alla riscoperta delle democrazie ellenistiche. Volker Grieb presenta, collocandoli nell'alveo della improsciugabile storia degli studi sulla democrazia greca, quattro corposi capitoli dedicati ad altrettanti esempi di democrazie ellensitiche (Atene, Cos, Mileto, Rodi), scelti fra le poleis dotate dello status di città libere e indipendenti più ricche di fonti. Si tratta di democrazie che conservano, per ragioni diverse e nonostante il ruolo imposto loro dalla formazione dei regni ellenistici, un certo impatto nell'ambito degli eventi storici coevi, nonché tratti di reciproca somiglianza istituzionale. Lo studioso parla di Hellenistische Demokratie al singolare, rischiando, tuttavia, di trasformare gli esempi in un compatto quadro esemplare e di ignorare le sfumature che distinguono i sistemi democratici ellenistici. Benché nessuno possa contestare la definizione di 'città libere e indipendenti' attribuita genericamente da V.G. ad Atene, Cos, Mileto e Rodi, occorre, tuttavia, sottolineare che sulla determinazione degli status delle città ellenistiche non può essere ancora detta l'ultima parola. In questa prospettiva, non solo pare azzardata la sottintesa petizione di principio di V.G. (pp. 20, 368-371) per cui solo nelle città libere e autonome si danno vere democrazie, ma emerge anche la necessità di ripensare, soprattutto per le città d'Asia Minore, la relazione tra la città e il sovrano così come si attua nella prassi politica, non tanto per ciò che concerne la forma e la sostanza dello scambio o del rapporto di potere, quanto piuttosto per ciò che ne deriva sul piano costituzionale da un punto di vista strettamente civico.
A. Bencivenni
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/102451
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact