Nel pesco, come in altre specie, la crescita di un frutto risulta dipendente dalla quantità di risorse a disposizione. Quando queste non sono limitanti, le sue caratteristiche genetiche ne definiscono la massima crescita potenziale. In frutteti commerciali i frutti si sviluppano in condizioni di competizione ed il raggiungimento di una buona qualità del prodotto alla raccolta può essere limitato proprio dalle risorse disponibili per ogni singolo frutto. In questa prova, 5 diversi carichi di frutti sono stati impostati, per due anni consecutivi, su 20 piante di nettarina ‘Stark RedGold’. Per ogni pianta, la crescita diametrale dei frutti è stata seguita durante la stagione, mentre alla raccolta sono stati determinati produttività e peso medio dei frutti. Nel secondo anno, l’andamento giornaliero di intercettazione luminosa e di assimilazione per intera chioma sono state determinate su due piante di riferimento appartenenti rispettivamente ai trattamenti con più basso e più alto carico di frutti. Inoltre, l’intercettazione luminosa totale di ogni pianta in prova è stata determinata in corrispondenza del mezzogiorno solare. I dati di intercettazione e di assimilazione netta durante la giornata sono risultati linearmente correlati (R2=0.70), confermando come la quantità di carbonio potenzialmente fissato da un albero sia direttamente proporzionale alla quantità di luce che esso è in grado di intercettare. Inoltre, l’energia disponibile per ogni frutto, calcolata dal rapporto tra l’intercettazione totale dell’albero ed il suo numero di frutti, ha mostrato una relazione curvilinea positiva con il peso medio del frutto alla raccolta. Tale relazione diventa saturante a partire da 70-100 mol di fotoni frutto-1 s-1 . Questo intervallo di valori può quindi essere considerato una soglia al di sotto della quale l’accrescimento dei frutti è limitato dagli assimilati disponibili (source limited); mentre al di sopra di questa, il frutto è limitato dalle sue potenzialità genetiche (sink limited).

Efficienza produttiva del pesco: relazioni tra intercettazione luminosa e scambi gassosi.

MORANDI, BRUNELLA;ZIBORDI, MARCO;MANFRINI, LUIGI;CORELLI GRAPPADELLI, LUCA
2010

Abstract

Nel pesco, come in altre specie, la crescita di un frutto risulta dipendente dalla quantità di risorse a disposizione. Quando queste non sono limitanti, le sue caratteristiche genetiche ne definiscono la massima crescita potenziale. In frutteti commerciali i frutti si sviluppano in condizioni di competizione ed il raggiungimento di una buona qualità del prodotto alla raccolta può essere limitato proprio dalle risorse disponibili per ogni singolo frutto. In questa prova, 5 diversi carichi di frutti sono stati impostati, per due anni consecutivi, su 20 piante di nettarina ‘Stark RedGold’. Per ogni pianta, la crescita diametrale dei frutti è stata seguita durante la stagione, mentre alla raccolta sono stati determinati produttività e peso medio dei frutti. Nel secondo anno, l’andamento giornaliero di intercettazione luminosa e di assimilazione per intera chioma sono state determinate su due piante di riferimento appartenenti rispettivamente ai trattamenti con più basso e più alto carico di frutti. Inoltre, l’intercettazione luminosa totale di ogni pianta in prova è stata determinata in corrispondenza del mezzogiorno solare. I dati di intercettazione e di assimilazione netta durante la giornata sono risultati linearmente correlati (R2=0.70), confermando come la quantità di carbonio potenzialmente fissato da un albero sia direttamente proporzionale alla quantità di luce che esso è in grado di intercettare. Inoltre, l’energia disponibile per ogni frutto, calcolata dal rapporto tra l’intercettazione totale dell’albero ed il suo numero di frutti, ha mostrato una relazione curvilinea positiva con il peso medio del frutto alla raccolta. Tale relazione diventa saturante a partire da 70-100 mol di fotoni frutto-1 s-1 . Questo intervallo di valori può quindi essere considerato una soglia al di sotto della quale l’accrescimento dei frutti è limitato dagli assimilati disponibili (source limited); mentre al di sopra di questa, il frutto è limitato dalle sue potenzialità genetiche (sink limited).
Atti VI Convegno peschicolo meridionale
150
155
Morandi B.; Zibordi M.; Manfrini L.; Corelli Grappadelli L.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/101398
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact