VERSO LE ELEZIONI, L’EUROPA RESTA SULLO SFONDO