Nell’ambito del progetto di ricerca finanziato dal MIUR per gli anni 2007-2008 (PRIN 2006) dal titolo “Galileo e il posizionamento satellitare modernizzato”, il gruppo di ricerca dell’Università di Bologna ha affrontato diverse tematiche legate al trattamento del dato GNSS ed in particolare ha approfondito alcune tematiche legate all’approccio Precise Point Positioning (PPP) confrontandolo con il più consolidato approccio differenziato. Nel lavoro, dopo una breve introduzione sui principi base che governano il metodo PPP, vengono presentati alcuni risultati delle ricerche condotte negli ultimi anni. Per tali ricerche l’unità ha utilizzato il codice GIPSY-OASIS II sviluppato dal JPL (Jet Propulsion Laboratory) della Nasa. Attualmente il JPL non considera l’uso di altre costellazioni oltre che il GPS come migliorative nel posizionamento di Precisione e dunque non sono state possibili sperimentazioni volte a verificare l’eventuale valore aggiunto della costellazione Glonass nel PPP. Il lavoro, dopo una sintesi dei principali risultati ottenuti, riporta una analisi critica volta a sottolineare, secondo l’autore, punti di forza e aspetti critici di questo metodo di elaborazione del dato GNSS rispetto all’approccio differenziato.

L’approccio non differenziato (Precise Point Positioning) nel calcolo di posizioni mediante sistemi GNSS

GANDOLFI, STEFANO
2009

Abstract

Nell’ambito del progetto di ricerca finanziato dal MIUR per gli anni 2007-2008 (PRIN 2006) dal titolo “Galileo e il posizionamento satellitare modernizzato”, il gruppo di ricerca dell’Università di Bologna ha affrontato diverse tematiche legate al trattamento del dato GNSS ed in particolare ha approfondito alcune tematiche legate all’approccio Precise Point Positioning (PPP) confrontandolo con il più consolidato approccio differenziato. Nel lavoro, dopo una breve introduzione sui principi base che governano il metodo PPP, vengono presentati alcuni risultati delle ricerche condotte negli ultimi anni. Per tali ricerche l’unità ha utilizzato il codice GIPSY-OASIS II sviluppato dal JPL (Jet Propulsion Laboratory) della Nasa. Attualmente il JPL non considera l’uso di altre costellazioni oltre che il GPS come migliorative nel posizionamento di Precisione e dunque non sono state possibili sperimentazioni volte a verificare l’eventuale valore aggiunto della costellazione Glonass nel PPP. Il lavoro, dopo una sintesi dei principali risultati ottenuti, riporta una analisi critica volta a sottolineare, secondo l’autore, punti di forza e aspetti critici di questo metodo di elaborazione del dato GNSS rispetto all’approccio differenziato.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/100230
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact