L'unità si propone di individuare le modalità più efficaci, efficienti ed adeguate per la progettazione dei network pubblico-privati con particolare riguardo per la prestazione dei servizi e l'interfaccia con il cittadino/utente. I settori privilegiati di osservazione saranno quelli della Cultura ed Enti Locali. Il problema dell'organizzazione di rete è legato all'individuazione e gestione di una forma di organizzazione che permetta di ottenere prestazioni più efficaci (nel senso di essere più aderenti agli obiettivi ed alle aspettative degli utenti intermedi e finali) e più efficienti (nel senso di presentare un rapporto più favorevole fra risultati ottenuti e risorse impiegate). Questo comporta anche l'adozione di processi che permettano di utilizzare al meglio il network e che siano compatibili con l'Information and Communication Technology il cui impiego è a sua volta una ragione dell'efficace e conveniente adozione di organizzazioni a network altrimenti eccessivamente complicate e dispendiose per l'impiego di tecniche tradizionali basate sulle relazioni umane e su tecniche computazionali non interattive. Il progetto dell'Unità di Bologna si propone, dopo una ricognizione sullo stato dell'arte e tenendo conto dei risultati già acquisiti sull'argomento dai componenti dell'unità in termini di approfondimento teorico-empirico (vedi pubblicazioni dei componenti la unità) di verificare nei settori delle aziende culturali e degli enti locali i seguenti argomenti : 1. Condizioni per l'avvio e sviluppo dei modelli di organizzazione di rete nelle pubbliche amministrazioni ovvero: Su quali risorse (materiali ed immateriali) devono essere messe la realizzazione di un'efficace ed efficiente organizzazione di rete che presenti, nel tempo, caratteri di fattibilità e sostenibilità? 2. Effetti del funzionamento delle reti presso le organizzazioni che le utilizzano e in termini di diffusione presso altre organizzazioni ancora non in rete (Rapporto fra adozione della organizzazione di network e loro utilizzo ed evoluzione) ovvero: In quale modo l'operare in rete cambia il comportamento delle organizzazioni che ne fanno parte, sia dal punto di vista delle competenze che del comportamento dei soggetti coinvolti, che delle unità organizzative e delle organizzazioni nel loro complesso ? Quale influenza ha l'operare con un'organizzazione di network sulle organizzazioni con le quali il network viene in contatto ? 3. Valutazione delle prestazioni di struttura e di processo sia dal punto di vista della governance che dell'attuazione operativa e dell'erogazione dei servizi. Ovvero: Come viene e si può controllare l'organizzazione di rete dal punto di vista della prestazione effettiva - fondata su dati obiettivi - e percepita (basata sul riscontro dei risultati presso operatori ed utenti)? Esiste un divario e come si può eventualmente misurare, fra prestazione effettiva e prestazione percepita? E' possibile definire un ambito ottimale di controllo delle unità appartenenti ad un network (span of control), un tempo ottimale per il riscontro di tali verifiche (control span) e come queste due entità si pongono rispetto alla sensazione di comando/controllo della governance (control feel) di questi sistemi complessi? La verifica dei modelli e individuazione dei profili prestazionali verrà attuata con la seguente procedura: 1. Individuazione delle ipotesi da sottoporre a verifica 2. Individuazione dei casi presso di cui attuare la verifica empirica 3. Riduzione, affinamento delle ipotesi e individuazione di un modello di verifica in laboratorio 4. Riproduzione in laboratorio di simulazione dei modelli derivati e individuazioni del loro funzionamento in termini di governance, gestione, controllo e valutazione delle prestazioni. Per quanto riguarda l'ambito di verifica esso riguarderà i settori degli Enti Locali e della Cultura con una particolare scansione inerente la dimensione (Piccola, media, grande) e la forma organizzativa (Gestione Dire...

PRIN "Analisi organizzativa, progettazione, simulazione in ambiente virtuale e valutazione delle prestazioni di rete dei network pubblico-privati".

BIANCHI, MASSIMO
2010

Abstract

L'unità si propone di individuare le modalità più efficaci, efficienti ed adeguate per la progettazione dei network pubblico-privati con particolare riguardo per la prestazione dei servizi e l'interfaccia con il cittadino/utente. I settori privilegiati di osservazione saranno quelli della Cultura ed Enti Locali. Il problema dell'organizzazione di rete è legato all'individuazione e gestione di una forma di organizzazione che permetta di ottenere prestazioni più efficaci (nel senso di essere più aderenti agli obiettivi ed alle aspettative degli utenti intermedi e finali) e più efficienti (nel senso di presentare un rapporto più favorevole fra risultati ottenuti e risorse impiegate). Questo comporta anche l'adozione di processi che permettano di utilizzare al meglio il network e che siano compatibili con l'Information and Communication Technology il cui impiego è a sua volta una ragione dell'efficace e conveniente adozione di organizzazioni a network altrimenti eccessivamente complicate e dispendiose per l'impiego di tecniche tradizionali basate sulle relazioni umane e su tecniche computazionali non interattive. Il progetto dell'Unità di Bologna si propone, dopo una ricognizione sullo stato dell'arte e tenendo conto dei risultati già acquisiti sull'argomento dai componenti dell'unità in termini di approfondimento teorico-empirico (vedi pubblicazioni dei componenti la unità) di verificare nei settori delle aziende culturali e degli enti locali i seguenti argomenti : 1. Condizioni per l'avvio e sviluppo dei modelli di organizzazione di rete nelle pubbliche amministrazioni ovvero: Su quali risorse (materiali ed immateriali) devono essere messe la realizzazione di un'efficace ed efficiente organizzazione di rete che presenti, nel tempo, caratteri di fattibilità e sostenibilità? 2. Effetti del funzionamento delle reti presso le organizzazioni che le utilizzano e in termini di diffusione presso altre organizzazioni ancora non in rete (Rapporto fra adozione della organizzazione di network e loro utilizzo ed evoluzione) ovvero: In quale modo l'operare in rete cambia il comportamento delle organizzazioni che ne fanno parte, sia dal punto di vista delle competenze che del comportamento dei soggetti coinvolti, che delle unità organizzative e delle organizzazioni nel loro complesso ? Quale influenza ha l'operare con un'organizzazione di network sulle organizzazioni con le quali il network viene in contatto ? 3. Valutazione delle prestazioni di struttura e di processo sia dal punto di vista della governance che dell'attuazione operativa e dell'erogazione dei servizi. Ovvero: Come viene e si può controllare l'organizzazione di rete dal punto di vista della prestazione effettiva - fondata su dati obiettivi - e percepita (basata sul riscontro dei risultati presso operatori ed utenti)? Esiste un divario e come si può eventualmente misurare, fra prestazione effettiva e prestazione percepita? E' possibile definire un ambito ottimale di controllo delle unità appartenenti ad un network (span of control), un tempo ottimale per il riscontro di tali verifiche (control span) e come queste due entità si pongono rispetto alla sensazione di comando/controllo della governance (control feel) di questi sistemi complessi? La verifica dei modelli e individuazione dei profili prestazionali verrà attuata con la seguente procedura: 1. Individuazione delle ipotesi da sottoporre a verifica 2. Individuazione dei casi presso di cui attuare la verifica empirica 3. Riduzione, affinamento delle ipotesi e individuazione di un modello di verifica in laboratorio 4. Riproduzione in laboratorio di simulazione dei modelli derivati e individuazioni del loro funzionamento in termini di governance, gestione, controllo e valutazione delle prestazioni. Per quanto riguarda l'ambito di verifica esso riguarderà i settori degli Enti Locali e della Cultura con una particolare scansione inerente la dimensione (Piccola, media, grande) e la forma organizzativa (Gestione Dire...
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/99338
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact