Al momento non ci sono dati che ci permettono di stimare l’entità del settore sottotitolaggio in Italia o di disegnarne la mappa. Eppure, è emerso dalle nostre ricerche che il mercato del sottotitolaggio in Italia ha visto una forte crescita negli anni ’90 con l’avvio della programmazione via satellite e la diffusione dei DVD. Il primo obiettivo, quindi, di questo progetto è di colmare questo vuoto di informazioni attraverso un’indagine dettagliata del settore e una raccolta esauriente di dati aggiornati. In secondo luogo, il progetto si propone di applicare i dati raccolti: sia ad un uso didattico, con la progettazione e realizzazione di corsi di formazione per sottotitolatori, sia ad un uso professionale con il tentativo di formulare un articolato modello di qualità mirata al settore in stretta collaborazione con le aziende che vi operano. Le esperienze scientifiche e didattiche nel campo della traduzione audio-visiva di questo dipartimento lo rende una sede particolarmente adatta per realizzare questi obiettivi. E’ importante saper coniugare un approccio scientifico alla ricerca con una conoscenza delle condizioni del mercato, che devono necessariamente ispirare un percorso di formazione specifica. Inoltre, sarà importante stabilire un dialogo con gli studiosi che lavorano sul sottotitolaggio all’estero e rendere loro partecipi della realtà italiana. Vincitrice dell'assegno: Elena Di Giovanni.

La formazione dei sottotitolatori: da un’indagine di mercato alla progettazione di un modello di qualità nei sottotitoli

RUNDLE, CHRISTOPHER
2005

Abstract

Al momento non ci sono dati che ci permettono di stimare l’entità del settore sottotitolaggio in Italia o di disegnarne la mappa. Eppure, è emerso dalle nostre ricerche che il mercato del sottotitolaggio in Italia ha visto una forte crescita negli anni ’90 con l’avvio della programmazione via satellite e la diffusione dei DVD. Il primo obiettivo, quindi, di questo progetto è di colmare questo vuoto di informazioni attraverso un’indagine dettagliata del settore e una raccolta esauriente di dati aggiornati. In secondo luogo, il progetto si propone di applicare i dati raccolti: sia ad un uso didattico, con la progettazione e realizzazione di corsi di formazione per sottotitolatori, sia ad un uso professionale con il tentativo di formulare un articolato modello di qualità mirata al settore in stretta collaborazione con le aziende che vi operano. Le esperienze scientifiche e didattiche nel campo della traduzione audio-visiva di questo dipartimento lo rende una sede particolarmente adatta per realizzare questi obiettivi. E’ importante saper coniugare un approccio scientifico alla ricerca con una conoscenza delle condizioni del mercato, che devono necessariamente ispirare un percorso di formazione specifica. Inoltre, sarà importante stabilire un dialogo con gli studiosi che lavorano sul sottotitolaggio all’estero e rendere loro partecipi della realtà italiana. Vincitrice dell'assegno: Elena Di Giovanni.
Christopher Rundle
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/98432
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact