UWE SCHRÖDER. ARCHITETTURA DEGLI SPAZI Mostra di architettura Dal 28 settembre 2010 al 17 ottobre 2010 Chiesa dello Spirito Santo, via Milani, Cesena. Mostra prodotta dalla Facoltà di Architettura "Aldo Rossi" di Bologna. Catalogo curato da G. Malacarne, A. Tognon e prodotto dalla Facoltà di Architettura "Aldo Rossi" di Bologna, edizioni CLUEB, Bologna e ERNST WASMUTH VERLAG Tubingen-Berlin. La mostra,“Uwe Schröder. Architettura degli spazi”, presenta attraverso una serie di modelli e disegni inediti una significativa selezione della sua ricerca architettonica. L’esposizione ha cercato di individuare i temi caratteristici del suo percorso intellettuale, lontano dalle contemporanee oscillazioni del gusto ma fortemente radicato nella cultura della modernità. Lo spazio pubblico, collettivo, lo spazio tra gli edifici, il luogo di relazione tra le cose e le persone, questo sembra essere uno dei principali interessi di Schröder nel progetto di architettura. Spazi è infatti il termine che ritorna sempre nei suoi testi, siano essi teorici o relazioni di progetto, nel chiarire che lo spazio, sia esso pubblico o domestico, è concepito per la vita dell’uomo. Una città (quella di Schröder) dove spazio collettivo e spazio privato ritrovano uno stato di reciproca coesistenza cercando di annullare, dove e possibile e per frammenti, la discontinuità provocata dall’eccesso di solitudine degli oggetti architettonici contemporanei. La dimensione culturale europea, teorica e progettuale di questi lavori, il loro rigore logico e l’estensione civile che esprimono, richiamano, in qualche modo, passate esperienze espositive promosse dalla Facoltà di Architettura “Aldo Rossi”, Il catalogo che accompagna la mostra rientra nella collana delle pubblicazioni della Facoltà di Architettura “Aldo Rossi” dell’Università di Bologna. Al suo interno, oltre ad alcuni saggi (di Gino Malacarne, Massimo Fagioli, Reiner Schutzeichel, Alessandro Tognon e Uwe Schröder) sull’opera dell’architetto Uwe Schröder e ad un’antologia di testi teorici dello stesso autore, viene illustrata attraverso una successione di disegni e rappresentazioni grafiche la selezione dei progetti in esposizione. Il volume è completato da una nota biografica, dal regesto delle opere e dalla bibliografia.

UWE SCHRÖDER ARCHITETTURA DEGLI SPAZI

MALACARNE, GINO;TOGNON, ALESSANDRO
2010

Abstract

UWE SCHRÖDER. ARCHITETTURA DEGLI SPAZI Mostra di architettura Dal 28 settembre 2010 al 17 ottobre 2010 Chiesa dello Spirito Santo, via Milani, Cesena. Mostra prodotta dalla Facoltà di Architettura "Aldo Rossi" di Bologna. Catalogo curato da G. Malacarne, A. Tognon e prodotto dalla Facoltà di Architettura "Aldo Rossi" di Bologna, edizioni CLUEB, Bologna e ERNST WASMUTH VERLAG Tubingen-Berlin. La mostra,“Uwe Schröder. Architettura degli spazi”, presenta attraverso una serie di modelli e disegni inediti una significativa selezione della sua ricerca architettonica. L’esposizione ha cercato di individuare i temi caratteristici del suo percorso intellettuale, lontano dalle contemporanee oscillazioni del gusto ma fortemente radicato nella cultura della modernità. Lo spazio pubblico, collettivo, lo spazio tra gli edifici, il luogo di relazione tra le cose e le persone, questo sembra essere uno dei principali interessi di Schröder nel progetto di architettura. Spazi è infatti il termine che ritorna sempre nei suoi testi, siano essi teorici o relazioni di progetto, nel chiarire che lo spazio, sia esso pubblico o domestico, è concepito per la vita dell’uomo. Una città (quella di Schröder) dove spazio collettivo e spazio privato ritrovano uno stato di reciproca coesistenza cercando di annullare, dove e possibile e per frammenti, la discontinuità provocata dall’eccesso di solitudine degli oggetti architettonici contemporanei. La dimensione culturale europea, teorica e progettuale di questi lavori, il loro rigore logico e l’estensione civile che esprimono, richiamano, in qualche modo, passate esperienze espositive promosse dalla Facoltà di Architettura “Aldo Rossi”, Il catalogo che accompagna la mostra rientra nella collana delle pubblicazioni della Facoltà di Architettura “Aldo Rossi” dell’Università di Bologna. Al suo interno, oltre ad alcuni saggi (di Gino Malacarne, Massimo Fagioli, Reiner Schutzeichel, Alessandro Tognon e Uwe Schröder) sull’opera dell’architetto Uwe Schröder e ad un’antologia di testi teorici dello stesso autore, viene illustrata attraverso una successione di disegni e rappresentazioni grafiche la selezione dei progetti in esposizione. Il volume è completato da una nota biografica, dal regesto delle opere e dalla bibliografia.
G. Malacarne; A. Tognon
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/97477
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact