Nella scheda viene discussa e commentata criticamente la pubblicazione di un inedito dipinto di Stefano Torelli, pittore di origine bolognese, ma attivo soprattutto nelle corti del Nord Europa. Si tratta pertanto del primo studio dedicato al ritratto del bolognese Giovanni Ludovico Bianconi, figura di grande spicco alla corte di Augusto III di Sassonia. Nella scheda la lettura dell'opera lascia emergere aspetti ancora poco noti dei rapporti culturali e diplomatici intrecciati fra Bologna e Dresda, che permisero alla città emiliana di entrare in contatto con i centri più vivaci dell'Europa cosmopolita dei Lumi.

Stefano Torelli, Ritratto di Giovanni Ludovico Bianconi (scheda n. 159)

GRAZIANI, IRENE
2011

Abstract

Nella scheda viene discussa e commentata criticamente la pubblicazione di un inedito dipinto di Stefano Torelli, pittore di origine bolognese, ma attivo soprattutto nelle corti del Nord Europa. Si tratta pertanto del primo studio dedicato al ritratto del bolognese Giovanni Ludovico Bianconi, figura di grande spicco alla corte di Augusto III di Sassonia. Nella scheda la lettura dell'opera lascia emergere aspetti ancora poco noti dei rapporti culturali e diplomatici intrecciati fra Bologna e Dresda, che permisero alla città emiliana di entrare in contatto con i centri più vivaci dell'Europa cosmopolita dei Lumi.
Pinacoteca Nazionale di Bologna. Catalogo generale, vol. 4, Seicento e Settecento
278
280
I Graziani
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/95292
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact