Il saggio riguarda l'attività delle allieve di Elisabetta Sirani ed è contenuto all'interno del catalogo della prima mostra (Bologna, 2004) dedicata alla illustre pittrice bolognese. Ricostruisce le identità e la produzione figurativa, in realtà raramente superstite, delle artiste (Barbara e Anna Maria Sirani, Ginevra Cantofoli, Lucrezia Scarfaglia, Maria Oriana Galli Bibiena, Camilla Lauteri, l'incisora Veronica Fontana) che frequentarono la "scuola" aperta da Elisabetta Sirani presso la propria dimora a Bologna, primo cenacolo femminile documentato nell'Europa moderna.

Il cenacolo di Elisabetta Sirani

GRAZIANI, IRENE
2004

Abstract

Il saggio riguarda l'attività delle allieve di Elisabetta Sirani ed è contenuto all'interno del catalogo della prima mostra (Bologna, 2004) dedicata alla illustre pittrice bolognese. Ricostruisce le identità e la produzione figurativa, in realtà raramente superstite, delle artiste (Barbara e Anna Maria Sirani, Ginevra Cantofoli, Lucrezia Scarfaglia, Maria Oriana Galli Bibiena, Camilla Lauteri, l'incisora Veronica Fontana) che frequentarono la "scuola" aperta da Elisabetta Sirani presso la propria dimora a Bologna, primo cenacolo femminile documentato nell'Europa moderna.
Elisabetta Sirani "pittrice eroina" (1638-1665)
119
133
I. Graziani
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/95214
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact