Il progetto Summer School ‘Mediterraneo’ punta a esaminare, con approcci interdisciplinari, aspetti della quotidianità e dell’evoluzione socio-economica delle comunità costiere nelle regioni mediterranee. Vengono affrontate problematiche diverse che toccano la storia del Mediterraneo e vanno dalla conoscenza dell’ambiente marino da un punto di vista climatico, paesaggistico e biologico, agli aspetti metodologici dell’archeologia subacquea, alle tipologie dei traffici marittimi (mercantili e da diporto), allo sviluppo delle arti alieutiche, alla cantieristica navale (approvvigionamenti del legname ed evoluzione tecnologica), ai progetti europei in corso per la conoscenza e la valorizzazione dei territori costieri. A lezioni che toccano questioni di politica internazionale,tematiche di natura sociale ed economica se ne affiancano altre che si addentrano a trattare la cultura materiale, argomenti di carattere antropologico, problemi, metodi e scoperte dell’archeologia subacquea con interventi specifici sull’ età antica, medievale, moderna e contemporanea. I corsisti hanno l’opportunità di assistere a lezioni tenute da specialisti provenienti dai vari settori (biologia marina, geologia, storia, economia, archeologia, conservazione dei beni culturali e ambientali, museologia) e possono conseguire un arricchimento conoscitivo originale, indubbiamente utile anche in funzione professionale. La Scuola consente la fruizione di nuove conoscenze e metodologie, cooperanti nel garantire una forte impronta intellettuale, non limitata o circoscritta a singole aree disciplinari.

International Summer School "Mediterraneo", 4.a edizione, Archeologia e civiltà del vino. Produzione, scambi, barche traffici

DE NICOLO', MARIA LUCIA
2012

Abstract

Il progetto Summer School ‘Mediterraneo’ punta a esaminare, con approcci interdisciplinari, aspetti della quotidianità e dell’evoluzione socio-economica delle comunità costiere nelle regioni mediterranee. Vengono affrontate problematiche diverse che toccano la storia del Mediterraneo e vanno dalla conoscenza dell’ambiente marino da un punto di vista climatico, paesaggistico e biologico, agli aspetti metodologici dell’archeologia subacquea, alle tipologie dei traffici marittimi (mercantili e da diporto), allo sviluppo delle arti alieutiche, alla cantieristica navale (approvvigionamenti del legname ed evoluzione tecnologica), ai progetti europei in corso per la conoscenza e la valorizzazione dei territori costieri. A lezioni che toccano questioni di politica internazionale,tematiche di natura sociale ed economica se ne affiancano altre che si addentrano a trattare la cultura materiale, argomenti di carattere antropologico, problemi, metodi e scoperte dell’archeologia subacquea con interventi specifici sull’ età antica, medievale, moderna e contemporanea. I corsisti hanno l’opportunità di assistere a lezioni tenute da specialisti provenienti dai vari settori (biologia marina, geologia, storia, economia, archeologia, conservazione dei beni culturali e ambientali, museologia) e possono conseguire un arricchimento conoscitivo originale, indubbiamente utile anche in funzione professionale. La Scuola consente la fruizione di nuove conoscenze e metodologie, cooperanti nel garantire una forte impronta intellettuale, non limitata o circoscritta a singole aree disciplinari.
2010
De Nicolò, Maria Lucia
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/93634
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact