INTRODUZIONE Il dolore cronico non-neoplastico (DC) è spesso multifattoriale, resistente alla terapia, ricorrente o parzialmente controllato nonostante lo sforzo terapeutico. In assenza di uno strumento in grado di stimare gli obiettivi terapeutici individuali è difficile programmare un piano terapeutico realistico. Il Mainz Pain Staging System (MPSS) è uno strumento, in lingua tedesca, che classifica il paziente con DC in 3 classi di gravità prognostica (1). SCOPO La validazione del MPSS in lingua italiana e il confronto col BPI. METODI Previa notifica al comitato etico e dopo la traduzione dal tedesco, seguendo i consueti criteri scientifici, il MPSS-I è stato somministrato ad un campione pilota. Sono stati arruolati i pazienti con DC che da Marzo a Maggio 2010 accedevano per la prima volta all’ambulatorio di Terapia Antalgica. Oltre ai dati socio-anagrafici sono stati raccolti i dati del BPI. E’stato calcolato un indice che risulta dalla media degli item 7-13 del BPI per quantificare l’interferenza del dolore sulla qualità della vita (QDL). RISULTATI Sono stati analizzati i dati di 55 pazienti; il 64% erano di sesso femminile, l’età media del campione era 66,3 anni (±16,7). La distribuzione dei paziente nelle tre classi (I,II e III) del MPSS erano rispettivamente: n=21, 38,2%; n=29, 52,7% e n=5, 9,1%. È stata trovata una correlazione tra l’indice dell’interferenza del dolore con la QDL. La media dei valori degli item 7-13 del BPI nelle tre classi del MPSS era rispettivamente: 4,6; 5,3 e 6,1. DISCUSSIONE/CONCLUSIONE Il MPSS è un questionario multimodale somministrato sotto forma di intervista ed è composto da 10 item (2). Le tre classi di gravità prognostica con esso determinabili sono: I, pazienti in cui la terapia può prevenire l’evoluzione del dolore acuto in cronico; II, pazienti in cui è necessaria una terapia multimodale e III, pazienti in cui la remissione del dolore cronico non è assicurata. I dati analizzati mostrano un rapporto direttamente proporzionale tra le classi del MPSS-I e il peggioramento della QDL. Occorrerà confrontare in seguito i dati del BPI degli stessi pz. a 6 mesi dalla presa in carico dell’Ambulatorio di Terapia Antalgica, per verificare l’accuratezza prognostica del MPSS-I. Lo studio dovrebbe concludersi nel luglio 2010, a quel punto il MPSS-I potrebbe diventare uno strumento di routine nella terapia antalgica. BIBLIOGRAFIA 1. Frettlöh J, Maier C, Gockel H, Hüppe M.Validation of the German Mainz Pain Staging System in different pain syndromes. Schmerz. 2003 Aug;17(4):240-51 2. M.Pfingsten, P.Schöps, Th.Wille, L.Terp, J. Hildebrandt. Chronifizierungsausmaß von Schmerzerkrankungen Quantifizierung und Graduierung. anhand des Mainzer Stadienmodells Schmerz 2000 •14:10–17

VALIDAZIONE DELLA VERSIONE ITALIANA DEL MAINZ PAIN STAGING SYSTEM (MPSS) – primi risultati

BELOGI, FEDERICA;GORI, ALBERTO;SAMOLSKY DEKEL, BOAZ GEDALIAHU;SPINELLI, ALESSANDRA MARIA;VASARRI, ALESSIO;TOMASI, MARCO;BARBERA, NICCOLÒ ANTONINO
2010

Abstract

INTRODUZIONE Il dolore cronico non-neoplastico (DC) è spesso multifattoriale, resistente alla terapia, ricorrente o parzialmente controllato nonostante lo sforzo terapeutico. In assenza di uno strumento in grado di stimare gli obiettivi terapeutici individuali è difficile programmare un piano terapeutico realistico. Il Mainz Pain Staging System (MPSS) è uno strumento, in lingua tedesca, che classifica il paziente con DC in 3 classi di gravità prognostica (1). SCOPO La validazione del MPSS in lingua italiana e il confronto col BPI. METODI Previa notifica al comitato etico e dopo la traduzione dal tedesco, seguendo i consueti criteri scientifici, il MPSS-I è stato somministrato ad un campione pilota. Sono stati arruolati i pazienti con DC che da Marzo a Maggio 2010 accedevano per la prima volta all’ambulatorio di Terapia Antalgica. Oltre ai dati socio-anagrafici sono stati raccolti i dati del BPI. E’stato calcolato un indice che risulta dalla media degli item 7-13 del BPI per quantificare l’interferenza del dolore sulla qualità della vita (QDL). RISULTATI Sono stati analizzati i dati di 55 pazienti; il 64% erano di sesso femminile, l’età media del campione era 66,3 anni (±16,7). La distribuzione dei paziente nelle tre classi (I,II e III) del MPSS erano rispettivamente: n=21, 38,2%; n=29, 52,7% e n=5, 9,1%. È stata trovata una correlazione tra l’indice dell’interferenza del dolore con la QDL. La media dei valori degli item 7-13 del BPI nelle tre classi del MPSS era rispettivamente: 4,6; 5,3 e 6,1. DISCUSSIONE/CONCLUSIONE Il MPSS è un questionario multimodale somministrato sotto forma di intervista ed è composto da 10 item (2). Le tre classi di gravità prognostica con esso determinabili sono: I, pazienti in cui la terapia può prevenire l’evoluzione del dolore acuto in cronico; II, pazienti in cui è necessaria una terapia multimodale e III, pazienti in cui la remissione del dolore cronico non è assicurata. I dati analizzati mostrano un rapporto direttamente proporzionale tra le classi del MPSS-I e il peggioramento della QDL. Occorrerà confrontare in seguito i dati del BPI degli stessi pz. a 6 mesi dalla presa in carico dell’Ambulatorio di Terapia Antalgica, per verificare l’accuratezza prognostica del MPSS-I. Lo studio dovrebbe concludersi nel luglio 2010, a quel punto il MPSS-I potrebbe diventare uno strumento di routine nella terapia antalgica. BIBLIOGRAFIA 1. Frettlöh J, Maier C, Gockel H, Hüppe M.Validation of the German Mainz Pain Staging System in different pain syndromes. Schmerz. 2003 Aug;17(4):240-51 2. M.Pfingsten, P.Schöps, Th.Wille, L.Terp, J. Hildebrandt. Chronifizierungsausmaß von Schmerzerkrankungen Quantifizierung und Graduierung. anhand des Mainzer Stadienmodells Schmerz 2000 •14:10–17
605
606
F. Belogi; A. Gori; BG. Samolsky-Dekel; A.M. Spinelli; A. Vasarri; M.Tomasi; N.A. Barbera
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/92193
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact