Questo volume ha per oggetto la collezione di cornici antiche del Museo Davia Bargellini di Bologna. Raccolta straordinariamente ricca e varia, che rappresenta passo passo le principali trasformazioni intervenute tra il Rinascimento e la tarda età barocca nell’intaglio delle cornici bolognesi, essa costituisce un caso praticamente unico per omogeneità e completezza nella città di Bologna. Tali “ornamenti”, infatti, furono commissionati o acquistati principalmente dalla famiglia Bargellini per decorare il proprio palazzo di Strada Maggiore; a quel primo nucleo si aggiunsero poi gli acquisti degli eredi Davia nell’Ottocento. Quello che resta oggi è un campionario di forme, tecniche, decori sostanzialmente completo, attraverso il quale si è cercato di ripercorrere la storia della cornice a Bologna tra il XVI e il XVIII secolo. Il metodo seguito si è basato sia sulla lettura stilistica e sul confronto con altri esemplari conservati in numerosi musei e chiese italiani ed esteri, sia sul confronto degli intagli con i prodotti di altre forme artistiche quali l’ornato architettonico, il mobilio e i tessuti, sia sulla lettura degli inventari sei e settecenteschi dell’Archivio Davia Bargellini custodito dall’omonima Opera Pia.

Le cornici del Museo Davia Bargellini di Bologna / Francesco Zagnoni. - STAMPA. - (2022), pp. 1-57.

Le cornici del Museo Davia Bargellini di Bologna

Francesco Zagnoni
2022

Abstract

Questo volume ha per oggetto la collezione di cornici antiche del Museo Davia Bargellini di Bologna. Raccolta straordinariamente ricca e varia, che rappresenta passo passo le principali trasformazioni intervenute tra il Rinascimento e la tarda età barocca nell’intaglio delle cornici bolognesi, essa costituisce un caso praticamente unico per omogeneità e completezza nella città di Bologna. Tali “ornamenti”, infatti, furono commissionati o acquistati principalmente dalla famiglia Bargellini per decorare il proprio palazzo di Strada Maggiore; a quel primo nucleo si aggiunsero poi gli acquisti degli eredi Davia nell’Ottocento. Quello che resta oggi è un campionario di forme, tecniche, decori sostanzialmente completo, attraverso il quale si è cercato di ripercorrere la storia della cornice a Bologna tra il XVI e il XVIII secolo. Il metodo seguito si è basato sia sulla lettura stilistica e sul confronto con altri esemplari conservati in numerosi musei e chiese italiani ed esteri, sia sul confronto degli intagli con i prodotti di altre forme artistiche quali l’ornato architettonico, il mobilio e i tessuti, sia sulla lettura degli inventari sei e settecenteschi dell’Archivio Davia Bargellini custodito dall’omonima Opera Pia.
2022
57
9788894463323
Le cornici del Museo Davia Bargellini di Bologna / Francesco Zagnoni. - STAMPA. - (2022), pp. 1-57.
Francesco Zagnoni
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/914736
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact