I conflitti sono fenomeni endemici, perturbanti ma funzionali, e non è possibile né giusto eliminarli; quello che si può fare è orientarsi meglio in essi, comprenderne i significati e i messaggi che trasmettono e, solo dopo, tentare di gestirli in modo costruttivo. Affinché ciò si realizzi, si ritiene necessaria una nuova stagione di “alfabetizzazione ai conflitti/educazione alla pace”, da diffondere in tutti i contesti educativi, per offrire alle nuove generazioni competenze necessarie. Tali competenze sono esplicitate nel volume attingendo alla vasta e solida riflessione scientifica, prodotta in vari ambiti disciplinari. L’invito, rivolto a tutti coloro che svolgono funzioni educative, è quello di “farsi carico” dei fenomeni conflittuali, intenzionalmente e progettualmente. Il volume dedica spazio ad una lettura pedagogica dei conflitti, all’”arte” di gestirli, alle competenze richieste ai professionisti dell’educazione, a strumenti metodologici e spunti operativi. Particolare attenzione e spazio sono dedicati alla comunicazione interpersonale, alla dimensione di piccolo gruppo e alle dinamiche che lo caratterizzano, soprattutto in caso di eventi conflittuali. Tra i possibili contesti educativi, si è scelta la scuola come anello centrale per promuovere una nuova cultura “evoluta” del conflitto: il volume propone orientamenti e spunti operativi per insegnanti e educatori/trici, per sostenerli nel trattare più consapevolmente i conflitti con e tra allievi/e e con le famiglie

Orientarsi nei conflitti. Teorie e strumenti per conoscerli e gestirli in contesti educativi

Gigli Alessandra
2022

Abstract

I conflitti sono fenomeni endemici, perturbanti ma funzionali, e non è possibile né giusto eliminarli; quello che si può fare è orientarsi meglio in essi, comprenderne i significati e i messaggi che trasmettono e, solo dopo, tentare di gestirli in modo costruttivo. Affinché ciò si realizzi, si ritiene necessaria una nuova stagione di “alfabetizzazione ai conflitti/educazione alla pace”, da diffondere in tutti i contesti educativi, per offrire alle nuove generazioni competenze necessarie. Tali competenze sono esplicitate nel volume attingendo alla vasta e solida riflessione scientifica, prodotta in vari ambiti disciplinari. L’invito, rivolto a tutti coloro che svolgono funzioni educative, è quello di “farsi carico” dei fenomeni conflittuali, intenzionalmente e progettualmente. Il volume dedica spazio ad una lettura pedagogica dei conflitti, all’”arte” di gestirli, alle competenze richieste ai professionisti dell’educazione, a strumenti metodologici e spunti operativi. Particolare attenzione e spazio sono dedicati alla comunicazione interpersonale, alla dimensione di piccolo gruppo e alle dinamiche che lo caratterizzano, soprattutto in caso di eventi conflittuali. Tra i possibili contesti educativi, si è scelta la scuola come anello centrale per promuovere una nuova cultura “evoluta” del conflitto: il volume propone orientamenti e spunti operativi per insegnanti e educatori/trici, per sostenerli nel trattare più consapevolmente i conflitti con e tra allievi/e e con le famiglie
2022
172
978-88-8434-946-0
Gigli Alessandra
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/906448
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact