Nell’aprile del 1932 Emilio Cecchi – critico letterario e d’arte, autore di saggi e reportage, fresco di un insegnamento di Cultura italiana a Berkeley – è nominato direttore artistico della Cines: durante il suo incarico (1932-1933) il critico fiorentino coinvolgerà, in una proficua collaborazione, numerosi artisti e scrittori. I documentari percorrono le rotte del Grand Tour, sostano nelle città d'arte senza tuttavia trascurare i territori delle bonifiche, le città di nuova fondazione e i paesaggi industriali.

Le città e i paesaggi di Emilio Cecchi nei documentari Cines, 1932-1933 / ILARIA AGOSTINI. - ELETTRONICO. - (2022), pp. 174-197.

Le città e i paesaggi di Emilio Cecchi nei documentari Cines, 1932-1933

ILARIA AGOSTINI
2022

Abstract

Nell’aprile del 1932 Emilio Cecchi – critico letterario e d’arte, autore di saggi e reportage, fresco di un insegnamento di Cultura italiana a Berkeley – è nominato direttore artistico della Cines: durante il suo incarico (1932-1933) il critico fiorentino coinvolgerà, in una proficua collaborazione, numerosi artisti e scrittori. I documentari percorrono le rotte del Grand Tour, sostano nelle città d'arte senza tuttavia trascurare i territori delle bonifiche, le città di nuova fondazione e i paesaggi industriali.
2022
La Cines-Pittaluga e le altre. Modelli di produzione cinematografica tra le due guerre
174
197
Le città e i paesaggi di Emilio Cecchi nei documentari Cines, 1932-1933 / ILARIA AGOSTINI. - ELETTRONICO. - (2022), pp. 174-197.
ILARIA AGOSTINI
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/903087
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact