L’atelier si pone come un laboratorio destinato all’osservazione, alla progettazione, alla manipolazione e alla sperimentazione di linguaggi differenti in cerca di nuovi significati. Si presenta come un ambiente sincretico che mette in gioco una pluralità di forme espressive. In questo specifico spazio, il linguaggio cinematografico non assume una funzione illustrativa rispetto ai testi verbali ma sollecita nuove riflessioni di carattere interdisciplinare e interculturale.

Un percorso educativo tra atelier virtuale e cinema

Anita Macauda
2021

Abstract

L’atelier si pone come un laboratorio destinato all’osservazione, alla progettazione, alla manipolazione e alla sperimentazione di linguaggi differenti in cerca di nuovi significati. Si presenta come un ambiente sincretico che mette in gioco una pluralità di forme espressive. In questo specifico spazio, il linguaggio cinematografico non assume una funzione illustrativa rispetto ai testi verbali ma sollecita nuove riflessioni di carattere interdisciplinare e interculturale.
Elementi di didattica post-digitale
69
73
Anita Macauda
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Macauda saggio atelier.pdf

accesso aperto

Tipo: Versione (PDF) editoriale
Licenza: Licenza per Accesso Aperto. Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo (CCBYNCSA)
Dimensione 220.87 kB
Formato Adobe PDF
220.87 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/896343
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact