Umberto Gori è stato il primo professore di relazioni internazionali in Italia, e il primo studioso ad affrontare una serie di argomenti centrali nell’analisi della politica estera e della politica internazionale. Chi scorra, anche solo rapidamente, la sua ricca bibliografia non può non rimanere colpito dalla grande varietà dei temi esaminati: dai primi lavori dal taglio prevalentemente giuridico, si passa a studi dedicati a questioni metodologiche ed epistemologiche, alle relazioni tra stati, all’analisi della politica estera in generale e alla politica estera italiana in particolare, e poi alla Peace Research, agli studi strategici, alla intelligence, e infine all’impatto della rivoluzione informatica e digitale sulla politica internazionale e sulla strategia contemporanea. Ciò che tiene insieme argomenti a prima vista tanto eterogenei è, in primo luogo, un’attenzione costante nei confronti della metodologia della ricerca e dell’analisi e, in secondo luogo, una chiara preferenza per un approccio prevalentemente operativo, nella convinzione che la conoscenza debba essere sempre funzionale alla decisione e all’azione. Di questi atteggiamenti di fondo sono testimoni un’agenda di ricerca fortemente caratterizzata (il metodo, la previsione), e un impegno didattico pluridecennale esterno alle aule universitarie (presso le istituzioni e le accademie militari, la stretta collaborazione con la Farnesina), nonché la determinazione ad introdurre nel contesto accademico italiano temi tradizionalmente riservati alla diplomazia, e alle istituzioni di sicurezza militare e civile. La propensione a gettare ponti tra mondi così diversi – universitario, militare, tecnologico, diplomatico, finanziario – e una vocazione accademica che non è mai venuta meno fanno di Umberto Gori una figura indissolubilmente legata alla nascita e allo sviluppo delle relazioni internazionali in Italia.

Umberto Gori e le Relazioni Internazionali in Italia

Cesa Marco;Lucarelli Sonia
2022

Abstract

Umberto Gori è stato il primo professore di relazioni internazionali in Italia, e il primo studioso ad affrontare una serie di argomenti centrali nell’analisi della politica estera e della politica internazionale. Chi scorra, anche solo rapidamente, la sua ricca bibliografia non può non rimanere colpito dalla grande varietà dei temi esaminati: dai primi lavori dal taglio prevalentemente giuridico, si passa a studi dedicati a questioni metodologiche ed epistemologiche, alle relazioni tra stati, all’analisi della politica estera in generale e alla politica estera italiana in particolare, e poi alla Peace Research, agli studi strategici, alla intelligence, e infine all’impatto della rivoluzione informatica e digitale sulla politica internazionale e sulla strategia contemporanea. Ciò che tiene insieme argomenti a prima vista tanto eterogenei è, in primo luogo, un’attenzione costante nei confronti della metodologia della ricerca e dell’analisi e, in secondo luogo, una chiara preferenza per un approccio prevalentemente operativo, nella convinzione che la conoscenza debba essere sempre funzionale alla decisione e all’azione. Di questi atteggiamenti di fondo sono testimoni un’agenda di ricerca fortemente caratterizzata (il metodo, la previsione), e un impegno didattico pluridecennale esterno alle aule universitarie (presso le istituzioni e le accademie militari, la stretta collaborazione con la Farnesina), nonché la determinazione ad introdurre nel contesto accademico italiano temi tradizionalmente riservati alla diplomazia, e alle istituzioni di sicurezza militare e civile. La propensione a gettare ponti tra mondi così diversi – universitario, militare, tecnologico, diplomatico, finanziario – e una vocazione accademica che non è mai venuta meno fanno di Umberto Gori una figura indissolubilmente legata alla nascita e allo sviluppo delle relazioni internazionali in Italia.
Eirene e Atena. Studi di politica internazionale in onore di Umberto Gori
7
15
Cesa, Marco, Lucarelli, Sonia
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/895302
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact