La letteratura demografica storica ha da tempo rivolto una particolare attenzione al legame tra lo sviluppo del corpo umano e le condizioni di vita vissute durante l'infanzia e la fanciullezza. La ricerca empirica su questi temi si basa sempre più su indicatori di sopravvivenza piuttosto che sulle classiche misure economiche del tenore di vita, poiché le prime sono più direttamente collegate alla qualità del regime nutrizionale, ai livelli di benessere materiale e allo sviluppo tecnologico prevalenti. In questo contributo, esploriamo la relazione tra le condizioni epidemiologiche e la variazione della statura degli adulti in Italia per capire se e in che misura il progresso acquisito in termini di sopravvivenza abbia avuto un impatto sull'evoluzione del corpo umano durante la transizione epidemiologica. Sfruttando i dati dell'archivio militare nazionale dell'Istat e dello Human Mortality Database, la nostra analisi si concentra sulle coorti di leva nate tra il 1872 e il 1980 per mettere in relazione l'altezza media all'età del reclutamento con le condizioni di sopravvivenza infantile e della popolazione generale prevalenti nell'anno solare di nascita dei coscritti. Dal punto di vista metodologico, adottiamo un approccio econometrico basato sull'analisi di cointegrazione per studiare le relazioni di lungo e breve periodo tra le serie temporali di interesse. Le stime del modello VEC trovano un legame positivo tra lo sviluppo delle condizioni epidemiologiche e l'aumento secolare della statura in Italia. Nel lungo periodo, all'aumentare della probabilità di sopravvivenza al primo compleanno e della speranza di vita a 5 anni, aumenta anche l'altezza media. Nel breve periodo, invece, la relazione inversa stimata tra sopravvivenza e statura suggerisce l’esistenza di un meccanismo paradossale di selezione negativa nella sopravvivenza per gli individui più fragili, sia tra i neonati che nella popolazione generale.

Evoluzione delle stature in Italia e transizione epidemiologica: un’analisi di cointegrazione

Francesca Tosi
;
Francesco Scalone;Rosella Rettaroli
2022

Abstract

La letteratura demografica storica ha da tempo rivolto una particolare attenzione al legame tra lo sviluppo del corpo umano e le condizioni di vita vissute durante l'infanzia e la fanciullezza. La ricerca empirica su questi temi si basa sempre più su indicatori di sopravvivenza piuttosto che sulle classiche misure economiche del tenore di vita, poiché le prime sono più direttamente collegate alla qualità del regime nutrizionale, ai livelli di benessere materiale e allo sviluppo tecnologico prevalenti. In questo contributo, esploriamo la relazione tra le condizioni epidemiologiche e la variazione della statura degli adulti in Italia per capire se e in che misura il progresso acquisito in termini di sopravvivenza abbia avuto un impatto sull'evoluzione del corpo umano durante la transizione epidemiologica. Sfruttando i dati dell'archivio militare nazionale dell'Istat e dello Human Mortality Database, la nostra analisi si concentra sulle coorti di leva nate tra il 1872 e il 1980 per mettere in relazione l'altezza media all'età del reclutamento con le condizioni di sopravvivenza infantile e della popolazione generale prevalenti nell'anno solare di nascita dei coscritti. Dal punto di vista metodologico, adottiamo un approccio econometrico basato sull'analisi di cointegrazione per studiare le relazioni di lungo e breve periodo tra le serie temporali di interesse. Le stime del modello VEC trovano un legame positivo tra lo sviluppo delle condizioni epidemiologiche e l'aumento secolare della statura in Italia. Nel lungo periodo, all'aumentare della probabilità di sopravvivenza al primo compleanno e della speranza di vita a 5 anni, aumenta anche l'altezza media. Nel breve periodo, invece, la relazione inversa stimata tra sopravvivenza e statura suggerisce l’esistenza di un meccanismo paradossale di selezione negativa nella sopravvivenza per gli individui più fragili, sia tra i neonati che nella popolazione generale.
2022
Condizioni di vita e disuguaglianze. Una prospettiva storico-demografica
1
13
Francesca Tosi, Francesco Scalone, Rosella Rettaroli
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/894305
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact