All'interno del volume che raccoglie quattro indagini sviluppate con differenti approcci e metodologie nell'ambito del progetto Equal “Portico” su temi ed aspetti connessi alla relazione tra donne e nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione, la ricerca ha per oggetto la radiofonia al femminile nel contesto internazionale ed è articolata in tre parti: una ricognizione delle più significative esperienze di attuate negli ultimi anni in ambito internazionale; un’analisi delle caratteristiche produttive e organizzative dei programmi di e per le donne; una raccolta di schede anagrafiche delle organizzazioni, delle emittenti e dei programmi. Sono state individuate quattro tipologie di soggetti e di prodotti che compongono l’universo della radio di genere: 1) stazioni radio interamente dedicate; 2) programmi o fasce orarie gestite da donne per le donne all’interno della programmazione di radio generaliste, prevalentemente radio locali comunitarie, di campus o pirata; 3) programmi trasmessi da emittenti pubbliche; 4) associazioni e organizzazioni nazionali e internazionali che sostengono l’impegno attivo delle donne nelle radio o che utilizzano la radio per promuovere la condizione della donna. Attualmente il maggior numero di iniziative di radio di/per le donne si riscontra nel settore della radiofonia comunitaria. I contenuti prevalenti nei programmi radiofonici al femminile riguardano tematiche di genere (vissuto personale, vita quotidiana, lavoro, famiglia, salute); politica e informazione (analisi delle notizie a livello locale, nazionale e internazionale); il ruolo delle donne nella cultura; l’agenda degli eventi locali o nazionali che riguardano specificamente le donne. Poco rilievo è dato invece al tema del lavoro e al rapporto tra donne e tecnologie. Diverse sono le posizioni rispetto all’adozione di una prospettiva femminista esplicita e militante. Nella maggioranza dei casi sono evitate dichiarazioni programmatiche o ideologiche rispetto alla condizione e al ruolo della donna, puntando invece sull’apertura degli spazi di espressione e di rappresentazione del mondo e dei linguaggi femminili, allo scopo di favorire un più ampio ascolto. La produzione radiofonica di/per le donne si caratterizza per due aspetti essenziali: si basa per lo più sul lavoro volontario e non retribuito; esprime una concezione del lavoro di gruppo orizzontale e altamente flessibile, con una debole definizione di ruoli formali e funzionali. Ciò ostacola la realizzazione di progetti complessi e indebolisce la capacità produttiva e soprattutto la tenuta nel tempo del gruppo di lavoro.

La radio e i programmi radiofonici al femminile nel contesto internazionale

RIZZA, ELEONORA;
2004

Abstract

All'interno del volume che raccoglie quattro indagini sviluppate con differenti approcci e metodologie nell'ambito del progetto Equal “Portico” su temi ed aspetti connessi alla relazione tra donne e nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione, la ricerca ha per oggetto la radiofonia al femminile nel contesto internazionale ed è articolata in tre parti: una ricognizione delle più significative esperienze di attuate negli ultimi anni in ambito internazionale; un’analisi delle caratteristiche produttive e organizzative dei programmi di e per le donne; una raccolta di schede anagrafiche delle organizzazioni, delle emittenti e dei programmi. Sono state individuate quattro tipologie di soggetti e di prodotti che compongono l’universo della radio di genere: 1) stazioni radio interamente dedicate; 2) programmi o fasce orarie gestite da donne per le donne all’interno della programmazione di radio generaliste, prevalentemente radio locali comunitarie, di campus o pirata; 3) programmi trasmessi da emittenti pubbliche; 4) associazioni e organizzazioni nazionali e internazionali che sostengono l’impegno attivo delle donne nelle radio o che utilizzano la radio per promuovere la condizione della donna. Attualmente il maggior numero di iniziative di radio di/per le donne si riscontra nel settore della radiofonia comunitaria. I contenuti prevalenti nei programmi radiofonici al femminile riguardano tematiche di genere (vissuto personale, vita quotidiana, lavoro, famiglia, salute); politica e informazione (analisi delle notizie a livello locale, nazionale e internazionale); il ruolo delle donne nella cultura; l’agenda degli eventi locali o nazionali che riguardano specificamente le donne. Poco rilievo è dato invece al tema del lavoro e al rapporto tra donne e tecnologie. Diverse sono le posizioni rispetto all’adozione di una prospettiva femminista esplicita e militante. Nella maggioranza dei casi sono evitate dichiarazioni programmatiche o ideologiche rispetto alla condizione e al ruolo della donna, puntando invece sull’apertura degli spazi di espressione e di rappresentazione del mondo e dei linguaggi femminili, allo scopo di favorire un più ampio ascolto. La produzione radiofonica di/per le donne si caratterizza per due aspetti essenziali: si basa per lo più sul lavoro volontario e non retribuito; esprime una concezione del lavoro di gruppo orizzontale e altamente flessibile, con una debole definizione di ruoli formali e funzionali. Ciò ostacola la realizzazione di progetti complessi e indebolisce la capacità produttiva e soprattutto la tenuta nel tempo del gruppo di lavoro.
Le ricerche del progetto Portico. Pari Opportunità, tecnologie, informazioni/comunicazione per l'occupazione: iniziativa comunitaria Equal
39
60
N. Rizza; B. Fenati
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/88806
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact