I riflessi sulla lingua di oggi delle parole create o immesse nell’uso da Dante sono misurabili considerando la centralità della componente dantesca nella costituzione del vocabolario fondamentale dell’italiano contemporaneo. La posteriore vitalità nei secoli di lessemi di matrice dantesca investe vari strati lessicali e segue percorsi e traiettorie diseguali, che testimoniano nello stesso tempo la continuità e l’attualizzazione delle parole dell’opera fondante della letteratura italiana.

Pluralità di strati lessicali nei riflessi diacronici della Commedia

Chiara Coluccia
2022

Abstract

I riflessi sulla lingua di oggi delle parole create o immesse nell’uso da Dante sono misurabili considerando la centralità della componente dantesca nella costituzione del vocabolario fondamentale dell’italiano contemporaneo. La posteriore vitalità nei secoli di lessemi di matrice dantesca investe vari strati lessicali e segue percorsi e traiettorie diseguali, che testimoniano nello stesso tempo la continuità e l’attualizzazione delle parole dell’opera fondante della letteratura italiana.
LA LINGUA. STRUTTURE, STORIA, VARIAZIONI
35
48
Chiara Coluccia
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/883525
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact