La memoria di Ravenna. Vogliamo perderla?