Premessa/obiettivi: Sono state descritte 4 famiglie di allergeni in melo (Mal d 1, 2, 3, 4 [1]) e sintomi clinici associati [2-3]. Un diverso grado di allergenicità è riportato in letteratura sia in relazione al genotipo [4] che al tessuto analizzato: alcuni allergeni sembrano localizzarsi soprattutto a livello della buccia [5]. Scopo dello studio è determinare la risposta di pazienti allergici alla mela attraverso SPT. Materiali e Metodi: 19 soggetti, giunti consecutivamente presso l’Ambulatorio di Allergologia Pediatrica con allergia alimentare alla mela (prevalentemente come sindrome orale allergica), sono stati sottoposti a SPT per estratto di mela (Lofarma) e per 11 genotipi di melo (Florina, Durello, Ohrin, Red Chief, Jonagold, Jonathan, Topaz, Fiesta, Fuji, Gala, Golden), condotti separatamente per buccia e polpa (prick-to-prick). Risultati: Sono stati considerati positivi pomfi di diametro maggiore-uguale a quello dell’istamina (hys) dello stesso paziente. Le polpe di Durello e Ohrin sono risultate meno sensibilizzanti, causando percentualmente la minore positività (rispettivamente 54.5% e 57.9%) e una reazione mediamente inferiore a hys (SPT/hys < 1). Invece, la maggior parte dei pazienti ha mostrato una forte reazione alla polpa di Jonathan e Jonagold (positività > 73.7%, SPT/hys > 1,36). Le bucce di Durello e Jonagold mostrano una minore reazione, rispettivamente con percentuale di positività di 54.5% e 57.9% e SPT/hys di 0.71 e 1.0. Una forte reazione è invece presente per i genotipi Gala (positività = 94.7%, SPT/hys = 1.43) e Fiesta (positività = 78.9%, SPT/hys = 1.46). La somma del numero di positività dei pomfi risultati dalla buccia (144) è lievemente maggiore rispetto al numero di positività della polpa (136). Tuttavia, esiste una variabilità di risposta fra polpa e buccia in diversi genotipi, specie per Ohrin: dei 18 soggetti che hanno presentato almeno 1 positività tra polpa e buccia, solo in 8 casi entrambi i tessuti erano positivi. Discussione: I risultati suggeriscono che vi siano differenze allergeniche nelle diversi cultivar, tuttavia ciò è complicato dalla variabilità legata alla risposta dei pazienti. Bibliografia: 1. Fernandez-Rivas e coll. JACI 2006; 118: 481-8. 2. Marzban e coll. Plant Science 2005; 169: 387-94. 3. Sancho e coll. Allergy 2005;60: 1262-8. 4. Bolhaar e coll. JACI 2005;116: 1080-6. 5. Borges e coll. Plant Physiology and Biochemistry 2006;44: 535-42.

Risposta differenziale a Skin Prick Test (SPT) in pazienti allergici a diversi genotipi di melo.

BELOTTI, TAMARA;RICCI, GIAMPAOLO;PAGLIARANI, GIULIA;PARIS, ROBERTA;TARTARINI, STEFANO;SERAFINI FRACASSINI, DONATELLA;MASI, MASSIMO
2008

Abstract

Premessa/obiettivi: Sono state descritte 4 famiglie di allergeni in melo (Mal d 1, 2, 3, 4 [1]) e sintomi clinici associati [2-3]. Un diverso grado di allergenicità è riportato in letteratura sia in relazione al genotipo [4] che al tessuto analizzato: alcuni allergeni sembrano localizzarsi soprattutto a livello della buccia [5]. Scopo dello studio è determinare la risposta di pazienti allergici alla mela attraverso SPT. Materiali e Metodi: 19 soggetti, giunti consecutivamente presso l’Ambulatorio di Allergologia Pediatrica con allergia alimentare alla mela (prevalentemente come sindrome orale allergica), sono stati sottoposti a SPT per estratto di mela (Lofarma) e per 11 genotipi di melo (Florina, Durello, Ohrin, Red Chief, Jonagold, Jonathan, Topaz, Fiesta, Fuji, Gala, Golden), condotti separatamente per buccia e polpa (prick-to-prick). Risultati: Sono stati considerati positivi pomfi di diametro maggiore-uguale a quello dell’istamina (hys) dello stesso paziente. Le polpe di Durello e Ohrin sono risultate meno sensibilizzanti, causando percentualmente la minore positività (rispettivamente 54.5% e 57.9%) e una reazione mediamente inferiore a hys (SPT/hys < 1). Invece, la maggior parte dei pazienti ha mostrato una forte reazione alla polpa di Jonathan e Jonagold (positività > 73.7%, SPT/hys > 1,36). Le bucce di Durello e Jonagold mostrano una minore reazione, rispettivamente con percentuale di positività di 54.5% e 57.9% e SPT/hys di 0.71 e 1.0. Una forte reazione è invece presente per i genotipi Gala (positività = 94.7%, SPT/hys = 1.43) e Fiesta (positività = 78.9%, SPT/hys = 1.46). La somma del numero di positività dei pomfi risultati dalla buccia (144) è lievemente maggiore rispetto al numero di positività della polpa (136). Tuttavia, esiste una variabilità di risposta fra polpa e buccia in diversi genotipi, specie per Ohrin: dei 18 soggetti che hanno presentato almeno 1 positività tra polpa e buccia, solo in 8 casi entrambi i tessuti erano positivi. Discussione: I risultati suggeriscono che vi siano differenze allergeniche nelle diversi cultivar, tuttavia ciò è complicato dalla variabilità legata alla risposta dei pazienti. Bibliografia: 1. Fernandez-Rivas e coll. JACI 2006; 118: 481-8. 2. Marzban e coll. Plant Science 2005; 169: 387-94. 3. Sancho e coll. Allergy 2005;60: 1262-8. 4. Bolhaar e coll. JACI 2005;116: 1080-6. 5. Borges e coll. Plant Physiology and Biochemistry 2006;44: 535-42.
10° convegno nazionale Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica
300
300
Belotti T.1; Ricci G.1; Pagliarani G.2; Paris R.2; Tartarini S.2; Serafini-Fracassini D.3; Bendandi B.1; Masi M.1
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/87514
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact