Progetto teatrale e didattico, ideato e curato da Cristina Valenti e realizzato all'interno della programmazione del Centro di Promozione Teatrale La Soffitta del Dipartimento di Musica e Spettacolo dell'Università di Bologna. In collaborazione con Emilia Romagna Teatro Fondazione e Teatro Comunale A. Testoni di Casalecchio di Reno. Il progetto, che si è sviluppato fra il 5 e l'8 aprile 2009, si è incentrato sull’ultima creazione del Teatro de los Andes, "Odissea", e sull’incontro con César Brie, uno dei maestri del teatro contemporaneo che dall’agosto 1991 ha trasferito la sua attività in Bolivia. A Yotala, un paese a 15 chilometri dalla città di Sucre, César Brie e i suoi compagni hanno costruito un teatro-fattoria dove preparano e presentano i loro spettacoli, ospitano altri artisti, portano avanti attività pedagogiche e seminariali. "Odissea" si inserisce in una linea di lavoro che nasce dalla contaminazione fra le tecniche teatrali occidentali e la cultura andina, dove la mescolanza di razze e le migrazioni hanno sempre creato nuove forme espressive e musicali. Scrive César Brie: “Con il nostro teatro ci proponiamo di formare un attore-poeta, nel senso etimologico del termine: colui che crea e fa. Per questo lavoriamo su forme di composizione e improvvisazione, con un allenamento quotidiano, fisico e vocale. Cerchiamo di unire, nei nostri spettacoli, le riflessioni sullo spazio scenico, sull’arte dell’attore e sulla necessità di raccontare storie. […] Siamo professionisti nell’antico senso di professare le nostre motivazioni, confessarle in pubblico.” A questi temi è stato dedicato l’incontro/seminario coordinato da C. Valenti con il regista (5 marzo, ore 10-13 e 14,30-17). Al centro della giornata di studio e approfondimento, il lavoro che il regista ha svolto in relazione al pubblico, portando gli spettacoli del Teatro de los Andes fuori dai teatri, nelle Università, nelle piazze, nei quartieri, nei villaggi, nei luoghi di lavoro, nelle comunità.

César Brie. Teatro de los Andes

VALENTI, CRISTINA
2009

Abstract

Progetto teatrale e didattico, ideato e curato da Cristina Valenti e realizzato all'interno della programmazione del Centro di Promozione Teatrale La Soffitta del Dipartimento di Musica e Spettacolo dell'Università di Bologna. In collaborazione con Emilia Romagna Teatro Fondazione e Teatro Comunale A. Testoni di Casalecchio di Reno. Il progetto, che si è sviluppato fra il 5 e l'8 aprile 2009, si è incentrato sull’ultima creazione del Teatro de los Andes, "Odissea", e sull’incontro con César Brie, uno dei maestri del teatro contemporaneo che dall’agosto 1991 ha trasferito la sua attività in Bolivia. A Yotala, un paese a 15 chilometri dalla città di Sucre, César Brie e i suoi compagni hanno costruito un teatro-fattoria dove preparano e presentano i loro spettacoli, ospitano altri artisti, portano avanti attività pedagogiche e seminariali. "Odissea" si inserisce in una linea di lavoro che nasce dalla contaminazione fra le tecniche teatrali occidentali e la cultura andina, dove la mescolanza di razze e le migrazioni hanno sempre creato nuove forme espressive e musicali. Scrive César Brie: “Con il nostro teatro ci proponiamo di formare un attore-poeta, nel senso etimologico del termine: colui che crea e fa. Per questo lavoriamo su forme di composizione e improvvisazione, con un allenamento quotidiano, fisico e vocale. Cerchiamo di unire, nei nostri spettacoli, le riflessioni sullo spazio scenico, sull’arte dell’attore e sulla necessità di raccontare storie. […] Siamo professionisti nell’antico senso di professare le nostre motivazioni, confessarle in pubblico.” A questi temi è stato dedicato l’incontro/seminario coordinato da C. Valenti con il regista (5 marzo, ore 10-13 e 14,30-17). Al centro della giornata di studio e approfondimento, il lavoro che il regista ha svolto in relazione al pubblico, portando gli spettacoli del Teatro de los Andes fuori dai teatri, nelle Università, nelle piazze, nei quartieri, nei villaggi, nei luoghi di lavoro, nelle comunità.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/87180
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact