Perché oggi un elogio della politica? Una risposta viene dalla parola classica e dalla parola biblica: nella loro irriducibile diversità, esse resistono alla modernità deteriore, che della "politica", quale condizione e destino dell'uomo, ha perduto il senso alto, a volte tragico, ma sempre incombente e necessario. La politica è dell'uomo perché l'uomo è della "polis": il luogo dove - con difficoltà e bellezza - prendono forma i linguaggi, le funzioni e gli interessi di tutti.

Elogio della politica

DIONIGI, IVANO
2009

Abstract

Perché oggi un elogio della politica? Una risposta viene dalla parola classica e dalla parola biblica: nella loro irriducibile diversità, esse resistono alla modernità deteriore, che della "politica", quale condizione e destino dell'uomo, ha perduto il senso alto, a volte tragico, ma sempre incombente e necessario. La politica è dell'uomo perché l'uomo è della "polis": il luogo dove - con difficoltà e bellezza - prendono forma i linguaggi, le funzioni e gli interessi di tutti.
210
9788817031141
I. Dionigi
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/87164
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact