Il piacere del racconto illeggibile