Il saggio svolge un'ampia riflessione sulla drammaturgia noventesca individuando nella lettura registica del testo drammatico l'effettivo momento di individuazione/formulazione dei contenuti tematici, emozionali e visivi della rappresentazione drammatica. La parola, si rileva, è l'autentica protagonista dell'opera di Visniec, non perché ne sia il fine, ma perché vi costituisce un mezzo espressivo "tuttofare": definisce i personaggi in assenza di psicologismi; dà spessore alle loro azioni anche quando non si sviluppano in vicenda; trasmette il sentimento dell'autore, evidenziando fin nelle didascalìe uno stile innamorato della vita che cade su tutto spandendo un umore dolce-amaro, sottile-tenero. In particolare, il saggio indaga nelle drammaturgie di Visniec le differenziate dinamiche di relazione fra "fabula" e "intreccio", individuando in quest'opere organismi verbali complessi che comunicano visioni e pensieri sulla condizione umana e che i teatranti mettono in scena per esternare al pubblico l'assimilazione personalizzata dei loro contenuti.

Pensare i corpi. I teatri di Visniec

GUCCINI, GERARDO
2009

Abstract

Il saggio svolge un'ampia riflessione sulla drammaturgia noventesca individuando nella lettura registica del testo drammatico l'effettivo momento di individuazione/formulazione dei contenuti tematici, emozionali e visivi della rappresentazione drammatica. La parola, si rileva, è l'autentica protagonista dell'opera di Visniec, non perché ne sia il fine, ma perché vi costituisce un mezzo espressivo "tuttofare": definisce i personaggi in assenza di psicologismi; dà spessore alle loro azioni anche quando non si sviluppano in vicenda; trasmette il sentimento dell'autore, evidenziando fin nelle didascalìe uno stile innamorato della vita che cade su tutto spandendo un umore dolce-amaro, sottile-tenero. In particolare, il saggio indaga nelle drammaturgie di Visniec le differenziate dinamiche di relazione fra "fabula" e "intreccio", individuando in quest'opere organismi verbali complessi che comunicano visioni e pensieri sulla condizione umana e che i teatranti mettono in scena per esternare al pubblico l'assimilazione personalizzata dei loro contenuti.
Drammi di resistenza culturale
5
65
G. Guccini
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/86118
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact