La moneta romana, espressione dell’autorità costituita, rappresenta un formidabile strumento di indagine nel delineare il ruolo femminile nelle dinamiche del potere. Ritratti ed iconografie complesse, associate ad elementi epigrafici incisivi, mettono a fuoco l’importanza della funzione dinastica svolta dalle Auguste: la fertilità o, viceversa, l’incapacità di dare un erede all’imperatore determinavano precise scelte all’interno del contesto politico e contribuivano a tratteggiare l’immagine stessa del potere. L’uso critico della fonte numismatica fa emergere con chiarezza come la mater sia la vera protagonista della discendenza, evidenziando, nella costruzione ideologica, la stretta correlazione tra le madri della domus imperiale e le madri divine. Si dipana così, attraverso il filo conduttore della maternità in senso lato, che si intreccia con aspetti religiosi, ma anche sociali ed istituzionali, un racconto dal quale emergono le figure delle donne della domus imperiale che dalla prima fase del principato augusteo e fino all’età tetrarchica hanno rappresentato a tutti gli effetti la legittimazione del potere, consentendo il perpetuarsi dell’istituzione imperiale.

Madri di uomini e di dèi. La rappresentazione della maternità attraverso la documentazione numismatica di epoca romana

MORELLI, ANNA
2009

Abstract

La moneta romana, espressione dell’autorità costituita, rappresenta un formidabile strumento di indagine nel delineare il ruolo femminile nelle dinamiche del potere. Ritratti ed iconografie complesse, associate ad elementi epigrafici incisivi, mettono a fuoco l’importanza della funzione dinastica svolta dalle Auguste: la fertilità o, viceversa, l’incapacità di dare un erede all’imperatore determinavano precise scelte all’interno del contesto politico e contribuivano a tratteggiare l’immagine stessa del potere. L’uso critico della fonte numismatica fa emergere con chiarezza come la mater sia la vera protagonista della discendenza, evidenziando, nella costruzione ideologica, la stretta correlazione tra le madri della domus imperiale e le madri divine. Si dipana così, attraverso il filo conduttore della maternità in senso lato, che si intreccia con aspetti religiosi, ma anche sociali ed istituzionali, un racconto dal quale emergono le figure delle donne della domus imperiale che dalla prima fase del principato augusteo e fino all’età tetrarchica hanno rappresentato a tutti gli effetti la legittimazione del potere, consentendo il perpetuarsi dell’istituzione imperiale.
2009
192
9788878490451
A. Morelli
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/85305
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact