Memoria e identità. Gli scrittori francesi "figli della Shoah"