L'Esposizione si è svolta presso la Galleria d’esposizione del Palazzo della Provincia in piazza G.B. Morgagni a Forlì, dal 16 al 22 aprile 2009, ed è stata accompagnata da un convegno che ha visto interventi del Presidente della Provincia di Forlì-Cesena, Massimo Bulbi, dell’Assessore alla Viabilità, Maurizio Castagnoli, di Valter Balducci, Valentina Orioli, e di Enrico Brighi. L'Esposizione documenta i risultati di due Convenzioni di Ricerca fra l'Amministrazione Provinciale di Forlì-Cesena ed il Polo Scientifico-Didattico di Cesena, Facoltà di Architettura "Aldo Rossi" e relative alla trasformazione del tracciato della via Emilia da Forlì a Savignano sul Rubicone. Nel tratto della via Emilia che attaversa il territorio dei Comuni di Cesena, Longiano, Gambettola e Savignano sul Rubicone, tra l’abitato di Cesena a nord e il confine provinciale a sud, l’Esposizione documenta il lavoro di analisi che ha condotto all’individuazione di tre porzioni significative del tracciato della via Emilia che sono state oggetto di proposte progettuali relative al futuro assetto del sistema insediativo ed infrastrutturale. Si tratta della sistemazione della via Emilia in ingresso all'abitato di Cesena, della rifunzionalizzazione del sistema di accesso all'abitato di Gambettola e della proposta di trasformazione dell'attuale modalità di accesso alle numerose aree produttive presenti. Nel tratto che attraversa il territorio dei Comuni di Forlì, Forlimpopoli, Bertinoro e Cesena, l’Esposizione documenta un analogo ma diverso lavoro di analisi e di progetto. Qui infatti l’ipotesi della prossima costruzione della via “Emilia bis” - destinata a diventare il nuovo asse di collegamento veloce e per il traffico pesante fra le città di Forlì e Cesena - e il relativo declassamento della via Emilia storica nel tratto della via Emilia tra il limite nord dell’abitato di Forlì e quello a sud dell’abitato di Cesena a viale infraurbano di collegamento, permette di ripensarne la riqualificazione complessiva ed i possibili futuri caratteri. In particolare l’Esposizione documenta gli effetti che la trasformazione della linea di trasporto pubblico esistente può avere sulla configurazione e sulle qualità dello spazio urbano della strada attraverso delle verifiche progettuali costituite rispettivamente dall’inserimento di una linea di autobus in sede propria, e dall’inserimento di una linea di tram. L'Esposizione si compone di tre serie di tavole (una prima serie di elaborati grafici di analisi, in scala 1:5.000 e in formato A1; un elaborato metaprogettuale in scala 1:25.000, formato 84x160 cm; una terza serie di elaborati grafici di progetto in scala 1:500 e in formato A1).

Esposizione e Convegno: LA VIA EMILIA TRA IERI E DOMANI. Riflessioni sul tracciato

BALDUCCI, VALTER;ORIOLI, VALENTINA
2009

Abstract

L'Esposizione si è svolta presso la Galleria d’esposizione del Palazzo della Provincia in piazza G.B. Morgagni a Forlì, dal 16 al 22 aprile 2009, ed è stata accompagnata da un convegno che ha visto interventi del Presidente della Provincia di Forlì-Cesena, Massimo Bulbi, dell’Assessore alla Viabilità, Maurizio Castagnoli, di Valter Balducci, Valentina Orioli, e di Enrico Brighi. L'Esposizione documenta i risultati di due Convenzioni di Ricerca fra l'Amministrazione Provinciale di Forlì-Cesena ed il Polo Scientifico-Didattico di Cesena, Facoltà di Architettura "Aldo Rossi" e relative alla trasformazione del tracciato della via Emilia da Forlì a Savignano sul Rubicone. Nel tratto della via Emilia che attaversa il territorio dei Comuni di Cesena, Longiano, Gambettola e Savignano sul Rubicone, tra l’abitato di Cesena a nord e il confine provinciale a sud, l’Esposizione documenta il lavoro di analisi che ha condotto all’individuazione di tre porzioni significative del tracciato della via Emilia che sono state oggetto di proposte progettuali relative al futuro assetto del sistema insediativo ed infrastrutturale. Si tratta della sistemazione della via Emilia in ingresso all'abitato di Cesena, della rifunzionalizzazione del sistema di accesso all'abitato di Gambettola e della proposta di trasformazione dell'attuale modalità di accesso alle numerose aree produttive presenti. Nel tratto che attraversa il territorio dei Comuni di Forlì, Forlimpopoli, Bertinoro e Cesena, l’Esposizione documenta un analogo ma diverso lavoro di analisi e di progetto. Qui infatti l’ipotesi della prossima costruzione della via “Emilia bis” - destinata a diventare il nuovo asse di collegamento veloce e per il traffico pesante fra le città di Forlì e Cesena - e il relativo declassamento della via Emilia storica nel tratto della via Emilia tra il limite nord dell’abitato di Forlì e quello a sud dell’abitato di Cesena a viale infraurbano di collegamento, permette di ripensarne la riqualificazione complessiva ed i possibili futuri caratteri. In particolare l’Esposizione documenta gli effetti che la trasformazione della linea di trasporto pubblico esistente può avere sulla configurazione e sulle qualità dello spazio urbano della strada attraverso delle verifiche progettuali costituite rispettivamente dall’inserimento di una linea di autobus in sede propria, e dall’inserimento di una linea di tram. L'Esposizione si compone di tre serie di tavole (una prima serie di elaborati grafici di analisi, in scala 1:5.000 e in formato A1; un elaborato metaprogettuale in scala 1:25.000, formato 84x160 cm; una terza serie di elaborati grafici di progetto in scala 1:500 e in formato A1).
V. Balducci; V. Orioli
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/82101
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact