Il contributo ripercorre le tappe della carriera del maestro di legname di origine cremasca Agostino de’ Marchi, soffermandosi in particolar modo sugli esordi e mettendo in luce le sue non indifferenti capacità di impresario. Come altri protagonisti del Rinascimento felsineo, anche lui era forestiero, ma trovò a Bologna le condizioni favorevoli per esprimere al meglio la sua arte contribuendo a definire, al pari di Francesco del Cossa e Nicolò dell’Arca, il carattere stesso della produzione artistica bolognese del XV secolo.

A. Serrani, Agostino de’ Marchi in San Petronio, in Il Polittico Griffoni. Un dono per la città, a cura di M. Natale, atti del convegno di studi (Bologna), Bologna, 2021 [2020], pp. 93-111.

Alessandro Serrani
2021

Abstract

Il contributo ripercorre le tappe della carriera del maestro di legname di origine cremasca Agostino de’ Marchi, soffermandosi in particolar modo sugli esordi e mettendo in luce le sue non indifferenti capacità di impresario. Come altri protagonisti del Rinascimento felsineo, anche lui era forestiero, ma trovò a Bologna le condizioni favorevoli per esprimere al meglio la sua arte contribuendo a definire, al pari di Francesco del Cossa e Nicolò dell’Arca, il carattere stesso della produzione artistica bolognese del XV secolo.
Il Polittico Griffoni. Un dono per la città
93
111
Alessandro Serrani
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/819916
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact