Gli assegni di mantenimento tra disciplina legale e intelligenza artificiale