Il contributo di Ira Vannini, seguendo le orme del volume di Visalberghi Misurazione e valutazione nel processo educativo (1955), riflette criticamente sul rapporto tra didattica e valutazione, intendendo quest’ultima come imprescindibile strumento di ricerca per l’avanzamento della prima. Le considerazioni sul testo visalberghiano vengono poste in dialogo con le modalità di sperimentazione di una scala a supporto dell’osservazione delle prassi didattiche dei maestri nella scuola dell’infanzia (PraDISI), un’ipotesi di lavoro aperta nella direzione di una valutazione autenticamente formativa, posta cioè al servizio dello sviluppo della professionalità docente. Una valutazione così concepita si muove all’interno del circuito virtuoso tra misurazione e giudizio critico, in cui il secondo potrà tanto più rappresentare un fecondo tentativo di risposta valida alle questioni educative, quanto la prima saprà essere rigorosa, scevra da pregiudizi e attagliata all’oggetto e al contesto che vuole saggiare. Proprio come realizzato all’interno del percorso di validazione dello strumento presentato, si tratta di tracciare direttrici di collaborazione tra scuola e università che invitino a un protagonismo del docente, chiamato alla responsabilità di un impegno individuale e collegiale proprio a partire dal vaglio e dalla definizione di indicatori e strumenti per l’osservazione, la misurazione e dunque la valutazione delle proprie pratiche didattiche.

Dentro i processi della didattica. Osservare e valutare per la professionalità dell’insegnante della scuola dell’infanzia

Ira Vannini
2020

Abstract

Il contributo di Ira Vannini, seguendo le orme del volume di Visalberghi Misurazione e valutazione nel processo educativo (1955), riflette criticamente sul rapporto tra didattica e valutazione, intendendo quest’ultima come imprescindibile strumento di ricerca per l’avanzamento della prima. Le considerazioni sul testo visalberghiano vengono poste in dialogo con le modalità di sperimentazione di una scala a supporto dell’osservazione delle prassi didattiche dei maestri nella scuola dell’infanzia (PraDISI), un’ipotesi di lavoro aperta nella direzione di una valutazione autenticamente formativa, posta cioè al servizio dello sviluppo della professionalità docente. Una valutazione così concepita si muove all’interno del circuito virtuoso tra misurazione e giudizio critico, in cui il secondo potrà tanto più rappresentare un fecondo tentativo di risposta valida alle questioni educative, quanto la prima saprà essere rigorosa, scevra da pregiudizi e attagliata all’oggetto e al contesto che vuole saggiare. Proprio come realizzato all’interno del percorso di validazione dello strumento presentato, si tratta di tracciare direttrici di collaborazione tra scuola e università che invitino a un protagonismo del docente, chiamato alla responsabilità di un impegno individuale e collegiale proprio a partire dal vaglio e dalla definizione di indicatori e strumenti per l’osservazione, la misurazione e dunque la valutazione delle proprie pratiche didattiche.
Evaluating Educational Quality
17
27
PROCESSI E LINGUAGGI DELL’APPRENDIMENTO
Ira Vannini
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
DENTRO I PROCESSI DELLA DIDATTICA_Vannini.pdf

accesso aperto

Tipo: Versione (PDF) editoriale
Licenza: Licenza per Accesso Aperto. Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate (CCBYNCND)
Dimensione 1.2 MB
Formato Adobe PDF
1.2 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/802731
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact