La costruzione di un linguaggio della libertas in una città superiorem recognoscens: Bologna, XIV-XV secolo