Della presunta irrimediabilità del testo