La genitorialità umana si manifesta soprattutto come disposizione psicologica e non consiste solo nel desiderio di avere figli, ma anche nella capacità di crescerli in modo adeguato. Essa è in relazione con quello che un adulto è concretamente in grado di fare e non solo con i suoi modelli ideali e sociali. Essere un genitore adeguato, infatti, non richiede una particolare intelligenza o preparazione culturale. Questa capacità, inoltre, non si manifesta solamente nel rapporto con i propri figli, ma, più in generale, nella disponibilità a dedicarsi alle generazioni successive, favorendo il loro sviluppo e il loro inserimento nel mondo. Tali attitudini, infatti, non sono necessariamente una prerogativa dei genitori biologici, ma possono essere manifestate anche da coloro che non hanno potuto avere figli, oppure nei confronti di figli altrui. Funzioni genitoriali, infatti, possono essere svolte da altri componenti della famiglia (nonni, zii, fratelli maggiori) oltre che da maestri, insegnati, educatori, sacerdoti, psicologi e operatori sociali. La motivazione alla genitorialità, in un giovane adulto, si sviluppa principalmente come conseguenza di queste relazioni e dei relativi modelli di identificazione che vengono trasmessi e interiorizzati. Da questo punto di vista una coppia psicologicamente infertile è figlia di una società sterile. Svolgere le funzioni, genitoriali nella società di oggi, è sempre più difficile. Negli ultimi anni il processo mondiale di globalizzazione sta comportando una trasformazione radicale dell’economia, della tecnologia, della comunicazione, degli assetti politici, degli stili di vita e dei valori culturali. Lo sviluppo di una società consumistica, centrata sul benessere e sulla affermazione individuale ha portato a privilegiare i bisogni narcisisistici dell’essere umano alterando le sue capacità generative e genitoriali indispensabili per la sopravvivenza della specie. L’importanza sociale della famiglia e il ruolo dei genitori, particolarmente quello del padre, si stanno rapidamente modificando e questo mette in difficoltà molti adulti che non riescono a porsi come modelli autorevoli e adeguati alla crescita e alla guida delle generazioni future. Le stesse relazioni familiari, con particolare riferimento alla funzione del padre, troppo spesso tendono a essere considerate meno importanti dell’istruzione e del benessere economico e questo ha generato nell’uomo un maggiore senso di inquietudine e solitudine. In generale, il ruolo di coloro che si occupano dei bambini e degli adolescenti deve essere maggiormente valorizzato e gli adulti dovrebbero riappropriarsi di una funzione etica che costituisca un esempio per i giovani. Affrontare questi problemi e preservare le capacità di sviluppo e di adattamento della specie umana sarà una grande sfida per il futuro.

La famiglia incompleta: attaccamento di coppia e crisi della genitorialità.

BALDONI, FRANCO
2009

Abstract

La genitorialità umana si manifesta soprattutto come disposizione psicologica e non consiste solo nel desiderio di avere figli, ma anche nella capacità di crescerli in modo adeguato. Essa è in relazione con quello che un adulto è concretamente in grado di fare e non solo con i suoi modelli ideali e sociali. Essere un genitore adeguato, infatti, non richiede una particolare intelligenza o preparazione culturale. Questa capacità, inoltre, non si manifesta solamente nel rapporto con i propri figli, ma, più in generale, nella disponibilità a dedicarsi alle generazioni successive, favorendo il loro sviluppo e il loro inserimento nel mondo. Tali attitudini, infatti, non sono necessariamente una prerogativa dei genitori biologici, ma possono essere manifestate anche da coloro che non hanno potuto avere figli, oppure nei confronti di figli altrui. Funzioni genitoriali, infatti, possono essere svolte da altri componenti della famiglia (nonni, zii, fratelli maggiori) oltre che da maestri, insegnati, educatori, sacerdoti, psicologi e operatori sociali. La motivazione alla genitorialità, in un giovane adulto, si sviluppa principalmente come conseguenza di queste relazioni e dei relativi modelli di identificazione che vengono trasmessi e interiorizzati. Da questo punto di vista una coppia psicologicamente infertile è figlia di una società sterile. Svolgere le funzioni, genitoriali nella società di oggi, è sempre più difficile. Negli ultimi anni il processo mondiale di globalizzazione sta comportando una trasformazione radicale dell’economia, della tecnologia, della comunicazione, degli assetti politici, degli stili di vita e dei valori culturali. Lo sviluppo di una società consumistica, centrata sul benessere e sulla affermazione individuale ha portato a privilegiare i bisogni narcisisistici dell’essere umano alterando le sue capacità generative e genitoriali indispensabili per la sopravvivenza della specie. L’importanza sociale della famiglia e il ruolo dei genitori, particolarmente quello del padre, si stanno rapidamente modificando e questo mette in difficoltà molti adulti che non riescono a porsi come modelli autorevoli e adeguati alla crescita e alla guida delle generazioni future. Le stesse relazioni familiari, con particolare riferimento alla funzione del padre, troppo spesso tendono a essere considerate meno importanti dell’istruzione e del benessere economico e questo ha generato nell’uomo un maggiore senso di inquietudine e solitudine. In generale, il ruolo di coloro che si occupano dei bambini e degli adolescenti deve essere maggiormente valorizzato e gli adulti dovrebbero riappropriarsi di una funzione etica che costituisca un esempio per i giovani. Affrontare questi problemi e preservare le capacità di sviluppo e di adattamento della specie umana sarà una grande sfida per il futuro.
Intimità e solitudine della coppia-famiglia.
103
130
F. Baldoni
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/79996
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact