Obiettivo del paper è l’analisi delle determinanti delle fonti di finanziamento dei progetti di investimento delle PMI in Italia con particolare attenzione al ruolo del capitale informato (interno) rispetto alle altre forme di finanziamento. In questo lavoro si tenta di identificare le variabili che determinano il mix delle fonti di finanziamento utilizzando i dati dell’Indagine sulle imprese italiane realizzata da Capitalia considerando le caratteristiche strutturali delle imprese, le asimmetrie informative verso le banche e la struttura del mercato creditizio. Nonostante la pecking order theory suggerisca che le imprese preferiscano sempre l’autofinanziamento in quanto rappresenta la risorsa meno onerosa, un’intensa relazione di clientela con le banche locali può offrire dei vantaggi che possono comunque attrarre le imprese verso contratti di debito. Diversamente, la trade-off theory - secondo la quale la scelta di finanziamento è guidata da una valutazione dei benefici fiscali del debito, nonché dai costi di bancarotta e di agenzia - dovrebbe individuare il livello di debito ottimale per ciascuna impresa. Lo studio empirico si focalizza sul ruolo dell’autofinanziamento come alternativa alle fonti di finanziamento esterne che, vista la prevalenza di PMI nel campione considerato, sono sostanzialmente rappresentate da capitale di debito. Al fine di quantificare le determinanti della decisione di utilizzare il capitale interno, e la successiva composizione del mix delle fonti di finanziamento, si ricorre dapprima ai più essenziali modelli logit e OLS per proporre successivamente un modello di selfselection a due stadi. I primi risultati, coerentemente con la pecking order theory, suggeriscono che le imprese italiane seguono un approccio sequenziale decidendo inizialmente se ricorrere a fondi interni e solo successivamente componendo il mix utilizzando le fonti di finanziamento esterne (debito e/o equity).

Il ruolo del capitale informato nelle decisioni di investimento delle PMI in Italia

BRIGHI, PAOLA;TORLUCCIO, GIUSEPPE
2007

Abstract

Obiettivo del paper è l’analisi delle determinanti delle fonti di finanziamento dei progetti di investimento delle PMI in Italia con particolare attenzione al ruolo del capitale informato (interno) rispetto alle altre forme di finanziamento. In questo lavoro si tenta di identificare le variabili che determinano il mix delle fonti di finanziamento utilizzando i dati dell’Indagine sulle imprese italiane realizzata da Capitalia considerando le caratteristiche strutturali delle imprese, le asimmetrie informative verso le banche e la struttura del mercato creditizio. Nonostante la pecking order theory suggerisca che le imprese preferiscano sempre l’autofinanziamento in quanto rappresenta la risorsa meno onerosa, un’intensa relazione di clientela con le banche locali può offrire dei vantaggi che possono comunque attrarre le imprese verso contratti di debito. Diversamente, la trade-off theory - secondo la quale la scelta di finanziamento è guidata da una valutazione dei benefici fiscali del debito, nonché dai costi di bancarotta e di agenzia - dovrebbe individuare il livello di debito ottimale per ciascuna impresa. Lo studio empirico si focalizza sul ruolo dell’autofinanziamento come alternativa alle fonti di finanziamento esterne che, vista la prevalenza di PMI nel campione considerato, sono sostanzialmente rappresentate da capitale di debito. Al fine di quantificare le determinanti della decisione di utilizzare il capitale interno, e la successiva composizione del mix delle fonti di finanziamento, si ricorre dapprima ai più essenziali modelli logit e OLS per proporre successivamente un modello di selfselection a due stadi. I primi risultati, coerentemente con la pecking order theory, suggeriscono che le imprese italiane seguono un approccio sequenziale decidendo inizialmente se ricorrere a fondi interni e solo successivamente componendo il mix utilizzando le fonti di finanziamento esterne (debito e/o equity).
29
9788815120762
P. Brighi; G. Torluccio
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/79979
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact