Introduzione al manuale di geostoria rivolto agli studenti e ai docenti della scuola secondaria di 12 Paesi europei. E' stato realizzato seguendo un approccio non etnocentrico, ricco di mappe e di proposte formative. Il testo adotta i principi della storia globale per spiegare come le trasformazioni locali, che si sono verificate nei millenni, siano collegate e interconnesse con più ampie trasformazioni regionali, intercontinentali e globali.

Introduzione alla versione italiana del manuale di C. Bernardi e E. Vanhaute, "Una storia globale dell’umanità", volume 2: "La connessione delle frontiere: dagli imperi all'economia capitalista globale (dal 1000 EV al 1870 EV)"

Beatrice Borghi
2020

Abstract

Introduzione al manuale di geostoria rivolto agli studenti e ai docenti della scuola secondaria di 12 Paesi europei. E' stato realizzato seguendo un approccio non etnocentrico, ricco di mappe e di proposte formative. Il testo adotta i principi della storia globale per spiegare come le trasformazioni locali, che si sono verificate nei millenni, siano collegate e interconnesse con più ampie trasformazioni regionali, intercontinentali e globali.
Una storia globale dell’umanità. Volume 2: La connessione delle frontiere: dagli imperi all'economia capitalista globale (dal 1000 EV al 1870 EV)
20
25
Beatrice Borghi
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Una_storia_globale_dell_umanita_vol2_IT_v1_compressed copia.pdf

accesso aperto

Descrizione: Storia globale
Tipo: Versione (PDF) editoriale
Licenza: Licenza per Accesso Aperto. Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo (CCBYNCSA)
Dimensione 409.6 kB
Formato Adobe PDF
409.6 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/798011
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact