Il contributo non è certo esauriente le dinamiche e le problematiche legate alla formazione iniziale degli insegnanti ma, con grande umiltà, si vuole proporre come una opportunità di riflessione su temi che coinvolgono la professionalità docente e che richiedono, senza ombra di dubbio, una continua analisi in coloro che vogliono intraprendere questo stupendo e difficile mestiere. Ancora una volta siamo di fornte a una innovazione, una riforma del sistema educativo che sta cambiando, non senza problemi e strascichi, gli ordinamenti scolastici in funzione di una istruzione-formazione che promuova, almeno nelle intenzioni, il capitale umano della società futura. Come sempre alle intenzioni, più o meno condivisibili, dovrà seguire la volontà di mettere in atto tutte le risorse, economiche, organizzative e amministrative, per dare corpo a un vero cambiamento del sistema scolastico che valorizzando gli insegnanti, come risorsa primaria e indispensabile, tuteli l'educazione di tutti gli studenti. L'identità professionale del docente, riconducendoci alla metafora del "domatore-prestigiatore", viene affrontata rispetto ad alcune problematiche attuali e future, come la proposta di un portfolio degli insegnanti, la formazione premanente in servizio, il curricolo delle scienze motorie e la formazione rispetto alla didattica laboratoriale (che sempre ha caratterizzato l'Educazione Fisica). I cardini della professionalità docente, vengono ribaditi nell'area dei saperi disciplinari, nell'area pedagogica, nell'area metodologico-didattica , nell'area organizzativa e, importantissima, nell'area della ricerca e dell'innovazione didattica. Su questa professionalità si innesta il currivolo delle Scienze Motorie e delle sue molteplici piste educativa (educazione al movimento, educazione del movimento) e formative (educazione attraverso il movimento).

L'identità professionale del docente

CECILIANI, ANDREA
2005

Abstract

Il contributo non è certo esauriente le dinamiche e le problematiche legate alla formazione iniziale degli insegnanti ma, con grande umiltà, si vuole proporre come una opportunità di riflessione su temi che coinvolgono la professionalità docente e che richiedono, senza ombra di dubbio, una continua analisi in coloro che vogliono intraprendere questo stupendo e difficile mestiere. Ancora una volta siamo di fornte a una innovazione, una riforma del sistema educativo che sta cambiando, non senza problemi e strascichi, gli ordinamenti scolastici in funzione di una istruzione-formazione che promuova, almeno nelle intenzioni, il capitale umano della società futura. Come sempre alle intenzioni, più o meno condivisibili, dovrà seguire la volontà di mettere in atto tutte le risorse, economiche, organizzative e amministrative, per dare corpo a un vero cambiamento del sistema scolastico che valorizzando gli insegnanti, come risorsa primaria e indispensabile, tuteli l'educazione di tutti gli studenti. L'identità professionale del docente, riconducendoci alla metafora del "domatore-prestigiatore", viene affrontata rispetto ad alcune problematiche attuali e future, come la proposta di un portfolio degli insegnanti, la formazione premanente in servizio, il curricolo delle scienze motorie e la formazione rispetto alla didattica laboratoriale (che sempre ha caratterizzato l'Educazione Fisica). I cardini della professionalità docente, vengono ribaditi nell'area dei saperi disciplinari, nell'area pedagogica, nell'area metodologico-didattica , nell'area organizzativa e, importantissima, nell'area della ricerca e dell'innovazione didattica. Su questa professionalità si innesta il currivolo delle Scienze Motorie e delle sue molteplici piste educativa (educazione al movimento, educazione del movimento) e formative (educazione attraverso il movimento).
2005
Le scienze motorie umane nei nuovi cicli scolastici
47
84
Ceciliani A.
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11585/76356
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact