Il saggio analizza la lettura marxiana della moderna teoria della colonizzazione di Edward Gibbons Wakefield per portare in evidenza il ruolo che Marx attribuisce allo Stato nel processo di accumulazione originaria, come motore del superamento delle forme precapitalistiche di proprietà. La separazione del produttore dai mezzi di produzione è considerata da Marx come l'artificio che sta a fondamento delle leggi naturali del modo di produzione capitalistico.

La natura artificiale e la storia genetica del capitale. Marx e la moderna teoria della colonizzazione

Paola Rudan
2020

Abstract

Il saggio analizza la lettura marxiana della moderna teoria della colonizzazione di Edward Gibbons Wakefield per portare in evidenza il ruolo che Marx attribuisce allo Stato nel processo di accumulazione originaria, come motore del superamento delle forme precapitalistiche di proprietà. La separazione del produttore dai mezzi di produzione è considerata da Marx come l'artificio che sta a fondamento delle leggi naturali del modo di produzione capitalistico.
Global Marx. Storia e critica del movimento sociale nel mercato mondiale
77
94
Paola Rudan
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/763423
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact