1. DISTURBI SOMATOFORMI IN MEDICINA GENERALE Lo scopo della ricerca è di esaminare l'epidemiologia e il trattamento dei disturbi somatoformi in medicina generale per stabilire la rilevanza dei distrubi somatoforimi in relazione agli altri più comuni disturbi psichiatrici, identificando le variabili psicosomatiche che ne influenzano il decorso e l’esito. Viene posta particolare attenzione alla sintomatologia subclinica che risulta di notevole interesse nello studio delle componenti psicologiche in medicina generale. Questa componente non può essere inquadrata solamente utilizzando criteri nosografici (DSM-IV) sviluppati in ambito psichiatrico ma integrando con i DCPR che costituiscono un importante strumento operativo in questa direzione. L’assessment psicodiagnostico è integrato: etero (interviste strutturate e semistrutturate) ed autovalutativo (questionari psicodiagnostici). Il disegno dello studio è longitudinale, prospettico e multicentrico. Seguendo le più recenti linee di ricerca in medicina psicosomatica vengono considerati i fattori che influenzano la vulnerabilità individuale alla malattia organica, valutando sia le variabili psicosociali che gli indici biologici nel decorso e nell’esito dei disturbi medici. Vengono valutate, attraverso una metodologia di ricerca controllata e randomizzata, l’efficacia dell’applicazione delle terapie psicologico cliniche per la prevenzione, trattamento e riabilitazione delle malattie somatiche. 2. DISTURBI E SINDROMI SOMATOFORMI NELL'ADOLESCENZA E NEI GIOVANI ADULTI Vengono presi in esame i disturbi e le sindromi somatoformi nell’adolescenza e nei giovani adulti e il loro impatto sul benessere psicologico soggettivo. La ricerca si basa sulla verifica di diverse ipotesi che sottendono i seguenti quesiti ai quali non è stata al momento fornita una risposta scientificamente valida: 1) esiste una correlazione tra benessere psicologico soggettivo e la presenza di sintomi psicosomatici? 2) c’è una correlazione significativa tra stili di vita e sviluppo di sintomatologia psicosomatica? 3) esiste una “tipologia” di adolescenti-giovani adulti maggiormente a rischio di sviluppare una sintomatologia psicosomatica? Lo studio dei disturbi somatoformi nell’adolescenza e nei giovani adulti viene condotto su 2 livelli: a) validazione di strumenti per l’assessment psicometrico; b) valutazione dell’impatto dei disturbi somatoformi sul benessere psicosociale. Il disegno dello studio è multicentrico e viene realizzato in differenti ambiti clinici-internistici e scolastisti. L’assessment psicometrico è integrato: etero (interviste strutturate e semistrutturate) ed autovalutativo (questionari psicodiagnostici). 3. SINTOMATOLOGIA PSICOSOMATICA NEI DISTURBI DELL'UMORE E AFFETTIVI I disturbi ansiosi e depressivi vengono somatizzati dal paziente, dando origine a sintomi fisici di natura non organica, cioè sintomi somatici non specifici (come dolore, dispepsia, affaticamento, insonnia, ecc.). Obiettivo principale dello studio è di valutare la corbilità dei disturbi somatoformi con disturbi dell'umore e ansiosi, descrivendone il decorso attraverso un approccio multidimensionale. La ricerca viene svolta in differenti ambiti: medicina generale e riabilitativa, psicologico clinici (dipendenze patologiche, disturbi del comportamento alimentare, disturbi affettivi, ecc.). 4. DISTURBI SOMATOFORMI: ASSESSMENT PSICODIAGNOSTICO Verrà costituito un protocollo psicodiagnostico per i disturbi somatoformi, da impiegare nell'ambito della medicina generale e riabilitativa. La batteria psicometrica, basata su principi clinimetrici, verrà somministrata a differenti popolazioni cliniche e a campioni della popolazione generale. La batteria oggetto di questa indagine è caratterizzata da brevità, semplicità e facilità d'impiego ed è quindi particolarmente adatto a setting ambulatoriali. 5. PROMOZIONE DEL BENESSERE PSICOLOGICO SOGGETTIVO: APPROCCI PSICOLOGICI CLINICI. Vengono condotti studi ...

DISTURBI SOMATOFORMI E BENESSERE PSICOLOGICO

TOSSANI, ELIANA
2007

Abstract

1. DISTURBI SOMATOFORMI IN MEDICINA GENERALE Lo scopo della ricerca è di esaminare l'epidemiologia e il trattamento dei disturbi somatoformi in medicina generale per stabilire la rilevanza dei distrubi somatoforimi in relazione agli altri più comuni disturbi psichiatrici, identificando le variabili psicosomatiche che ne influenzano il decorso e l’esito. Viene posta particolare attenzione alla sintomatologia subclinica che risulta di notevole interesse nello studio delle componenti psicologiche in medicina generale. Questa componente non può essere inquadrata solamente utilizzando criteri nosografici (DSM-IV) sviluppati in ambito psichiatrico ma integrando con i DCPR che costituiscono un importante strumento operativo in questa direzione. L’assessment psicodiagnostico è integrato: etero (interviste strutturate e semistrutturate) ed autovalutativo (questionari psicodiagnostici). Il disegno dello studio è longitudinale, prospettico e multicentrico. Seguendo le più recenti linee di ricerca in medicina psicosomatica vengono considerati i fattori che influenzano la vulnerabilità individuale alla malattia organica, valutando sia le variabili psicosociali che gli indici biologici nel decorso e nell’esito dei disturbi medici. Vengono valutate, attraverso una metodologia di ricerca controllata e randomizzata, l’efficacia dell’applicazione delle terapie psicologico cliniche per la prevenzione, trattamento e riabilitazione delle malattie somatiche. 2. DISTURBI E SINDROMI SOMATOFORMI NELL'ADOLESCENZA E NEI GIOVANI ADULTI Vengono presi in esame i disturbi e le sindromi somatoformi nell’adolescenza e nei giovani adulti e il loro impatto sul benessere psicologico soggettivo. La ricerca si basa sulla verifica di diverse ipotesi che sottendono i seguenti quesiti ai quali non è stata al momento fornita una risposta scientificamente valida: 1) esiste una correlazione tra benessere psicologico soggettivo e la presenza di sintomi psicosomatici? 2) c’è una correlazione significativa tra stili di vita e sviluppo di sintomatologia psicosomatica? 3) esiste una “tipologia” di adolescenti-giovani adulti maggiormente a rischio di sviluppare una sintomatologia psicosomatica? Lo studio dei disturbi somatoformi nell’adolescenza e nei giovani adulti viene condotto su 2 livelli: a) validazione di strumenti per l’assessment psicometrico; b) valutazione dell’impatto dei disturbi somatoformi sul benessere psicosociale. Il disegno dello studio è multicentrico e viene realizzato in differenti ambiti clinici-internistici e scolastisti. L’assessment psicometrico è integrato: etero (interviste strutturate e semistrutturate) ed autovalutativo (questionari psicodiagnostici). 3. SINTOMATOLOGIA PSICOSOMATICA NEI DISTURBI DELL'UMORE E AFFETTIVI I disturbi ansiosi e depressivi vengono somatizzati dal paziente, dando origine a sintomi fisici di natura non organica, cioè sintomi somatici non specifici (come dolore, dispepsia, affaticamento, insonnia, ecc.). Obiettivo principale dello studio è di valutare la corbilità dei disturbi somatoformi con disturbi dell'umore e ansiosi, descrivendone il decorso attraverso un approccio multidimensionale. La ricerca viene svolta in differenti ambiti: medicina generale e riabilitativa, psicologico clinici (dipendenze patologiche, disturbi del comportamento alimentare, disturbi affettivi, ecc.). 4. DISTURBI SOMATOFORMI: ASSESSMENT PSICODIAGNOSTICO Verrà costituito un protocollo psicodiagnostico per i disturbi somatoformi, da impiegare nell'ambito della medicina generale e riabilitativa. La batteria psicometrica, basata su principi clinimetrici, verrà somministrata a differenti popolazioni cliniche e a campioni della popolazione generale. La batteria oggetto di questa indagine è caratterizzata da brevità, semplicità e facilità d'impiego ed è quindi particolarmente adatto a setting ambulatoriali. 5. PROMOZIONE DEL BENESSERE PSICOLOGICO SOGGETTIVO: APPROCCI PSICOLOGICI CLINICI. Vengono condotti studi ...
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/74578
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact