Indagando per la prima volta la concezione dell’economia nascosta tra le pieghe dell’ontologia heideggeriana, questo libro restituisce l’ordito teorico che la fonda, svelandone l’implicita visione del mondo e il giudizio che essa formula sul lavoro e i suoi prodotti. Emerge che, nel forgiare le proprie categorie filosofiche, Heidegger pensa anche – inaspettatamente – in termini economici, e che le teorie economiche a lui contemporanee incidono non poco sulla sua critica della metafisica. Al centro dell’analisi si pone così il rapporto tra la filosofia, con le sue categorie e costruzioni teoriche, e l’organizzazione produttiva e riproduttiva del mondo in cui Heidegger vive e opera

Il lavoro e le cose. Saggio su Heidegger e l'economia

Imbriano, Gennaro
2019

Abstract

Indagando per la prima volta la concezione dell’economia nascosta tra le pieghe dell’ontologia heideggeriana, questo libro restituisce l’ordito teorico che la fonda, svelandone l’implicita visione del mondo e il giudizio che essa formula sul lavoro e i suoi prodotti. Emerge che, nel forgiare le proprie categorie filosofiche, Heidegger pensa anche – inaspettatamente – in termini economici, e che le teorie economiche a lui contemporanee incidono non poco sulla sua critica della metafisica. Al centro dell’analisi si pone così il rapporto tra la filosofia, con le sue categorie e costruzioni teoriche, e l’organizzazione produttiva e riproduttiva del mondo in cui Heidegger vive e opera
281
978-88-229-0381-5
Imbriano, Gennaro
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/743567
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact