Intersoggettività, biopolitica ed eutanasia: una riflessione antropologica