Austria: Nessuno perde e tutti vincono?