Il saggio propone una breve riflessione su una categoria fra le più problematiche (ma anche fra le più interessanti) delle teorie sull’enunciazione: la categoria di prassi enunciativa. È una riflessione che nasce ai margini dei dubbi circa le corrette declinazioni della teoria dell’enunciazione di Benveniste: è cioè possibile parlare di una prassi enunciativa? O è forse più opportuno situare una riflessione sulla prassi comunicativa senza fare appello alla categoria di enunciazione? E quali forme di soggettività ci permette di analizzare?

Prassi enunciativa ed enunciazione tout court: sinonimia o divergenza?

Anna Maria Lorusso
2020

Abstract

Il saggio propone una breve riflessione su una categoria fra le più problematiche (ma anche fra le più interessanti) delle teorie sull’enunciazione: la categoria di prassi enunciativa. È una riflessione che nasce ai margini dei dubbi circa le corrette declinazioni della teoria dell’enunciazione di Benveniste: è cioè possibile parlare di una prassi enunciativa? O è forse più opportuno situare una riflessione sulla prassi comunicativa senza fare appello alla categoria di enunciazione? E quali forme di soggettività ci permette di analizzare?
I segni fra teoria e storia per Giovanni Manetti
249
256
Anna Maria Lorusso
File in questo prodotto:
Eventuali allegati, non sono esposti

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11585/723225
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact